Corriere dello Sport

Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Inter ringiovanita: Spalletti fa un pieno di energia

Inter ringiovanita: Spalletti fa un pieno di energia
© Inter via Getty Images

Un mercato che ha guardato all’età ringiovanendo la squadra. Un anno fa la rosa nerazzurra aveva 26 anni di media, 3 in più

Sullo stesso argomento

 

sabato 2 settembre 2017 08:06

MILANO - La media dice ventitré, mica male: ha tracciato una linea, l'Inter dal mercato che si attiene al senso pratico. Fa eccezione Borja Valero, che per qualità-prezzo è stata un'occasione da prendere al volo. Per il resto Spalletti ha con sé un pieno di energia. Giovani e stranieri, l'orientamento sul mercato di una squadra che ha già saputo imporre un paio di vittorie sonanti al campionato. Esaminando i 7 acquisti - anche le operazioni in divenire come Bastoni, uno di quelli della meglio gioventù che resterà all'Atalanta - l'Inter si scopre attenta all’età come non avveniva dai tempi del Triplete.

KARAMOH: «SOGNO LO SCUDETTO»

OTTIMISMO - L'unica vera scommessa è l'ultimo arrivato Karamoh: degli altri, chi non ha esperienza nel campionato italiano si porta dietro un certo pedigree internazionale. Agitando prima dell'uso, Luciano Spalletti potrà ottenere il cocktail giusto da servire a una stagione carica di speranze. Il pieno di ottimismo - lo stesso palesato dal ds Ausilio giovedì sera, commentando il mercato - l'Inter lo sta facendo fin d'ora in coda a un'estate convincente nei risultati. Tutto per mettere a tacere i mugugni di chi avrebbe voluto a Milano un pezzo grosso, magari per puntare direttamente allo scudetto. Procederà per gradi, l'Inter che dodici mesi fa scopriva di avere una media di 26 anni, tre in più di adesso, facendo il bilancio degli acquisti. I 25 abbondanti delle due stagioni precedenti hanno abbassato la media del 2013, quando si oscillava sui 28. Nel 2012 idem, al netto dei 30enni Cassano e Palacio appena arrivati, ma escludendo l'ingaggio di Rocchi (35 anni) preso a gennaio in stato di emergenza. Forse regnava un'involontaria legge di compensazione, vista la presenza in panchina del giovanissimo Stramaccioni.

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna del Corriere dello Sport

Articoli correlati

Commenti