Corriere dello Sport

Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Calciomercato, il Barcellona blinda Iniesta: contratto a vita

Calciomercato, il Barcellona blinda Iniesta: contratto a vita
© EPA

Ufficiale il rinnovo dell'accordo che consentirà al centrocampista di concludere la carriera con la stessa maglia

Sullo stesso argomento

 

venerdì 6 ottobre 2017 12:07

ROMA - Svanisce il sogno di vedere Andres Iniesta in Italia. Il Barcellona ha annunciato l'accordo per il prolungamento del contratto del capitano 33enne che in carriera ha vestito soltanto la maglia blaugrana: si tratta di un rinnovo "per la vita", che consentirà al giocatore di concludere al Barça la propria esperienza nel calcio giocato.

Oggi, alle 12.30, ci sarà la firma del contratto al Camp Nou: nella conferenza stampa, il presidente Josep Maria Bartomeu e il centrocampista renderanno noti i dettagli dell'accordo.

Iniesta ha disputato finora 639 partite con il Barcellona ed è il secondo giocatore più presente nella storia del club. Con Messi, è anche il giocatore più vincente grazie ai 30 titoli conquistati: è ormai un simbolo di questa società, nella quale arrivò a 12 anni.

LE PAROLE DI INIESTA - «Mi riempie d'orgoglio fare un passo avanti con il mio club, al quale sono grato, riconoscente». Queste le prima parole di Andres Iniesta, dopo avere rinnovato il contratto che lo legherà al Barcellona fino alla fine di una carriera magnifica. Il fantasista ha sottoscritto un accordo che scade quando appenderà la scarpe al chiodo. «Oggi è un altro giorno speciale per me - ha ammesso Iniesta -. Ho sempre avuto solo una parola con il club, sono grato per la fiducia e spero di poter giocare ancora a lungo. Come mi sento? Bene, molto bene, fino a quando riuscirò ad esprimermi su certi livelli darò il mio contributo, quando mi accorgerò che la testa e il corpo non rispondono come prima mi farò da parte. Ma adesso non voglio pensare a quel giorno. Quando arrivai qui avevo 12 anni, oggi ne ho 33, mi sento emozionato, è una sensazione indescrivibile. Si, è un giorno speciale». Poi un pensiero sulla questione dell'indipendenza della Catalogna: «Vedo e giudico la questione per quella che è. Penso si tratti di una situazione distorta da ogni parte, ma anche molto complessa e assai difficile da spiegare o comprendere. Il mio desiderio è che tutto si plachi e tutti noi possiamo vivere un po' più sereni. Questa situazione non è facile per nessuno. Tutti hanno il proprio punto di vista, ma non è una situazione facile».  

Articoli correlati

Commenti