Calciomercato Roma, tesoro Sanabria: Monchi, lo vuoi?

Protagonista con il Betis e con il Paraguay, il ds continua a seguirlo e potrebbe replicare l'operazione condotta per Pellegrini: per riprenderlo servono 11 milioni
© EPA
Roberto Maida

ROMA - Benvenuti al reparto gestione e controllo di As Roma. E’ un cassetto di sogni nei quali si riversano speranze, ambizioni e (di tanto in tanto) qualche delusione. Ma è spesso un patrimonio a cui la società può attingere per migliorare il proprio bilancio o addirittura la rosa. Presente Lorenzo Pellegrini? Venduto al Sassuolo per 1,25 milioni, è stato ricomprato a giugno per 10 come da accordi contrattuali. E’ un’operazione che sta dando i suoi frutti. E che potrebbe essere applicata a un altro tesoro nascosto tra Spagna e Sudamerica, cioè Antonio Sanabria, centravanti del Betis e della nazionale paraguaiana.

ESPLOSIONE - Classe ‘96 come l’omologo Schick su cui la Roma ha effettuato il più forte investimento della propria storia, Sanabria si sta godendo il mese più felice della sua giovane carriera. Con due serate vissute all’ultimo respiro: il 20 settembre ha segnato al 94’ il gol che ha regalato un’incredibile vittoria del Betis al Bernabeu contro il Real Madrid mentre due giorni fa in Colombia ha firmato al 92’ il sorprendente blitz del Paraguay (primo gol assoluto in nazionale) che ha reso caotica la volata mondiale del girone sudamericano dopo aver già offerto a Cardozo l’assist dell’1- 1. Ed era entrato soltanto al 10’ del secondo tempo. Quando scocca il recupero delle partite, meglio stare in guardia con uno così. Sanabria peraltro sta sfruttando la scia dell’impresa di Madrid: da quella volta ha segnato due volte al Levante e una alla Real Sociedad, prima di partire per il Paraguay e divertirsi ancora.

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DELLO SPORT-STADIO IN EDICOLA

Commenti