Corriere dello Sport

Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Lazio, asta per Milinkovic-Savic: Lotito chiede 150 milioni

Lazio, asta per Milinkovic-Savic: Lotito chiede 150 milioni
© ANSA

Dopo Paris Saint-Germain e Real Madrid si inserisce anche il Manchester United

Sullo stesso argomento

di Fabrizio Patania

martedì 27 marzo 2018 08:15

ROMA - Lotito non ha fretta, Milinkovic neppure. Pensa ai Mondiali in Russia, aspetta la volata Champions, è convinto di poter arrivare alla finale di Europa League con la Lazio. Si gode il momento con la freschezza e la spavalderia del fuoriclasse predestinato, ora concentrato sui traguardi stagionali all’orizzonte. Il suo destino si deciderà tra giugno e luglio, quando si scatenerà un’asta internazionale per il suo cartellino e prenderanno una decisione a Formello. Le pretendenti, nelle ultime settimane, si sono moltiplicate. L’interesse del Paris Saint-Germain è conosciuto da fine novembre. Il Real Madrid appartiene ai sogni adolescenziali di Sergej, attratto dal Santiago Bernabeu e spagnolo di origine. E’ nato a Lleida, in Catalogna, da genitori serbi e da bambino pendeva per le Merengues. La mamma, Milana Savic, era una cestista di livello internazionale. Il papà, Nikola Milinkovic, un ex calciatore abituato a viaggiare tra Spagna, Portogallo e Austria. Le proposte di Paris Saint-Germain e Real Madrid sarebbero già sul tavolo di Lotito, in attesa di ricevere un’offerta pesantissima dalla Premier. Gli osservatori del Manchester City avevano seguito Milinkovic in più di un’occasione nei mesi scorsi, ma ora sarebbe Mourinho a volerlo con forza al Manchester United. Due proposte concrete più una terza in arrivo e sullo sfondo l’ombra poco consistente della Juve, fuori dai giochi per una questione di costi e perché Lotito, nel caso, difficilmente tratterà con Agnelli e Marotta. Dovrebbero tirare fuori più soldi di quanti ne abbiano spesi due anni fa per Higuain, che aveva una clausola di rescissione e decideva in autonomia.

PREZZO - La Lazio può giocare di rimessa e non ha necessità di vendere Milinkovic, 23 anni appena compiuti, sotto contratto sino al 2022. Il bilancio è sanissimo, Lotito ha chiuso con un utile di quasi 12 milioni di euro il 30 giugno 2017 e si appresta a migliorare i suoi conti per le cessioni di Biglia, Keita e Hoedt formalizzate l’estate scorsa e capaci di produrre plusvalenze (vere) per ulteriori 60 milioni che entreranno (tra pochi giorni) nella relazione finanziaria aggiornata al 31 dicembre scorso. Mateja Kezman, ex attaccante e ora procuratore di Milinkovic, un paio di giorni fa gongolava per la valutazione di 70 milioni attribuita al suo assistito dal sito specializzato Transfermarkt. In realtà Lotito lo valuta almeno il doppio e segue le cifre iperboliche dettate dal mercato dei top club europei. Questa è la grande forza della Lazio che dispone [...]

Leggi l'articolo completo sull'edizione digitale del Corriere dello Sport-Stadio

Articoli correlati

Commenti