Juventus, vendere Higuain ora sopra i 60 milioni si può
© ANSA
Calciomercato
0

Juventus, vendere Higuain ora sopra i 60 milioni si può

Oggi è al top e avrebbe il giusto mercato. Alla società costa 15 milioni lordi a stagione

TORINO - Gonzalo Higuain è arrivato a Torino nella turbolenta estate 2016 alla cifra record di 90 milioni di euro con un obiettivo dichiarato: garantire alla Juve i gol per vincere anche la Champions. Due anni dopo, il bilancio dice: due scudetti, due Coppe Italia, una finale di Champions persa con il Real Madrid, 10 gol in 22 partite nella massima competizione europea. A dicembre compirà 31 anni, all’orizzonte ha altre tre stagioni nella Juve: più passa il tempo, più il margine di trattativa sul mercato si ridurrà perché il Pipita non potrà giocare all’infinito. La domanda allora è legittima: se non è intenzione della Juve arrivare con Higuain alla scadenza naturale del contratto, è forse questo il momento giusto per provare a vendere Higuain? Risposta: a determinate condizioni, tecniche ed economiche, sì.

I COSTI - La clausola rescissoria pagata due anni fa al Napoli era di 90 milioni di euro. A bilancio, il costo storico d’acquisto del Pipita è di 91,296 milioni di euro, calcolando anche oneri aggiuntivi a carico della Juve al momento dell’ingaggio del bomber argentino. Higuain aveva firmato per cinque anni a 7,5 milioni di euro netti a stagione che, tasse incluse, significano circa 15 lordi. E poi c’è la questione dell’ammortamento, un costo implicito che fotografa, a bilancio, quanto si sia svalutato un bene (immateOgni anno il cartellino si svaluta a bilancio di 18,2 milioni riale) come il contratto che dà alla società il diritto alle prestazioni sportive di un calciatore. Ogni anno il cartellino di Higuain a bilancio si svaluta di 18,259 milioni di euro.

Leggi l'articolo completo sull'edizione digitale del Corriere dello Sport-Stadio

Vedi tutte le news di Calciomercato

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

Calciomercato in Diretta

In edicola

Prima pagina