Cairo non molla Belotti: «È il nostro capitano»
© LaPresse
Calciomercato
0

Cairo non molla Belotti: «È il nostro capitano»

Il presidente del Torino loda attaccante e allenatore: «Mazzarri ha reso i giocatori più forti. Io vorrei tenere i migliori...»

TORINO - Una stagione straordinaria e dei gioielli da custodire gelosamente. Urbano Cairo e tutto il Torino sognano l'Europa. La vittoria di ieri col Sassuolo tiene i granata in piena corsa e nelle ultime due giornate ci si giocherà tutto. Di sicuro, con un Belotti così, niente è impossibile. «Sta tornando il Belotti di due anni fa, quando fece 26 gol - le parole di Cairo a 'La Politica nel Pallone' su Gr Parlamento - È molto motivato, sente moltissimo l'impegno, la voglia di fare bene, è un trascinatore. Ma tutta la squadra mi sta piacendo molto, sta dimostrando di volere fortemente le vittorie, dà il 120%, non si fa prendere dall'emozione. Dobbiamo continuare così: ora ci attendono due partite decisive per il finale di stagione, contro due squadre come Empoli e Lazio che avranno motivazioni forti. Pensiamo a fare bene noi, poi vediamo cosa succederà». L'annata della squadra di Mazzarri farà riaccendere le luci del mercato sulla rosa granata e in particolare su giocatori come lo stesso Belotti per il quale in passato Cairo aveva fissato una clausola per l'estero da 100 milioni di euro.

Mazzarri: «La squadra ha preso consapevolezza della sua forza»

FUTURO GALLO - «Non penso a valutazioni di mercato, Belotti è il nostro capitano, siamo contenti di lui e c’è anche un bellissimo rapporto personale. Ora però pensiamo solo a queste due partite, alla parte sportiva. Il Grande Torino nei 4 anni in cui vinse aveva mantenuto la squadra invariata, con l'unico innesto di Menti nell'ultimo anno e per noi sarebbe molto importante tenere tutti i migliori, con qualche innesto, uno-due all'anno. Mazzarri, tra l'altro, ha fatto migliorare tutti i giocatori costantemente, sia dal punto di vista tecnico-tattico ma anche dell'autostima». A proposito di Mazzarri, il tecnico in questa stagione ha collezionato forse qualche espulsione di troppo... «Quando si è in partita ci sono dei momenti in cui l'adrenalina va oltre ma è una persona perbene, onesta - lo difende Cairo - Qualche volta ha magari una nomea che lo precede e c’è un po' di prevenzione nei suoi confronti ma sta cercando di contenersi moltissimo, ne abbiamo anche parlato, sta lavorando per migliorarsi». Da Cairo anche elogi per Zaza, spesso finito nel mirino della critica. «Sta facendo bene, ha fatto gol col Cagliari, ieri, è entrato con quella voglia che è necessario avere. Sta chiudendo bene il campionato». (Italpress)

Mazzarri: "Siamo stati più forti delle avversità"

Tutte le notizie di Calciomercato

Per approfondire

Commenti

Potrebbero interessarti

In edicola

Prima pagina