Lukaku all'Inter, Conte non molla: ma il Manchester United non ha fretta
© ANSA
Calciomercato
0

Lukaku all'Inter, Conte non molla: ma il Manchester United non ha fretta

L'affare per il centravanti voluto dall'allenatore potrebbe sbloccarsi ad agosto. Intanto i nerazzurri pensano alle alternative Cavani, Zapata e Leao

L’Inter ha messo per ora in stand by la trattativa per Lukaku e pensa alle alternative (Cavani, Zapata e Leao), ma la vicenda legata al belga non è che né chiusa né archiviata. Sia per Antonio Conte, che non si è arreso all’idea di rinunciare al suo pupillo, sia per il club nerazzurro, che ha intenzione di fare il possibile per accontentare la prima richiesta del tecnico di Lecce, sia per il Manchester United, che vorrebbe venderlo prima o dopo la chiusura del mercato inglese a patto di realizzare una plusvalenza importante per il bilancio.

Conte e le voci sulle dimissioni: ecco la verità

Inter ancora incompleta, sfida impari con lo United

Abbondanza e Pepè

Nel gioco di Solskjaer, Lukaku non è centrale: il belga è bravo, ma il tecnico norvegese nel suo 4-2-3-1 predilige prime punte con caratteristiche diverse. Ecco perché ha promosso Rashford titolare e sta studiando altre soluzioni, da Alexis Sanchez a Martial passando per la sorpresa Greenwood, il diciassette che con la sua esplosione potrebbe spingere Romelu ancora più lontano dallo United. Se daranno fiducia a Greenwood, i Red Devils numericamente non hanno bisogno di un altro centravanti e piuttosto proveranno ad acquistare una punta esterna come Pepé del Lilla, il talento nel mirino del Napoli che però costa molto. Il francesino in questo momento è preferito ad Aubameyang. Indipendentemente da chi sarà il primo obiettivo, lo United vorrebbe finanziare l'acquisto con la cessione di Lukaku, una trattativa da perfezionare dunque in tempi rapidi. Siccome però l'Inter è distante come offerta e altri club non si sono fatti vivi in maniera concreta, oltre Manica si è diffusa la convinzione che il trasferimento del numero 9 possa essere concluso anche dal 9 agosto in poi, ovvero quando il mercato inglese sarà chiuso, ma quello italiano rimarrà aperto. Così facendo il Manchester potrebbe attendere che l’Inter ceda Icardi, Perisic e gli altri giocatori in esubero e sperare di ricevere una proposta superiore rispetto a quella da 60 milioni di euro già rifi utata. Lo United ha fatto sapere che, per realizzare una plusvalenza utile per il Fair Play Finanziario, vuole 83,5 milioni di euro più altri 5 di bonus che spetteranno all’Everton. La distanza tra le parti è notevole, ma la trattativa non è chiusa.

Tutte le notizie di Calciomercato

Per approfondire

Caricamento...
Caricamento...
Caricamento...

Calciomercato in Diretta

In edicola

Prima pagina