Fiorentina-Defrel, pronto un rilancio per sorpassare il Cagliari
© LAPRESSE
Calciomercato
0

Fiorentina-Defrel, pronto un rilancio per sorpassare il Cagliari

Pradè sta lavorando alla formula: prestito con diritto di riscatto

FIRENZE - Nei tempi e nei modi dettati dagli incastri di mercato, la Fiorentina farà un rilancio su Gregoire Defrel per sorpassare il Cagliari, evitando comunque sia aste al rialzo o qualcosa che ci somigli, perché i margini di spesa sono noti e non consentono di strafare per una serie di motivi. Ma, come già scritto più volte, il francese della Roma piace, Daniele Pradè lo segue da tempo, si tiene informato e controlla gli sviluppi dell’affare avviato su più fronti: in agenda c’è il nuovo tentativo per strapparlo a folta concorrenza e convincere i giallorossi che l’offerta è quella giusta.

La trattativa per Defrel non è semplice, anzi. Lo vogliono in Russia e in Inghilterra, mentre il Cagliari l’ha messo in cima ai desideri da settimane, però la Fiorentina mollerà la presa solo se dovesse trovarsi davanti a un muro invalicabile. Muro economico, ovviamente, proprio per le ragioni sopra esposte. E se il sì del calciatore che nell’ultima stagione ha vestito la maglia della Sampdoria (36 partite e 11 gol in campionato) non tarderebbe ad arrivare, diverso è il discorso relativo ai 16 milioni che la società capitolina chiede per lasciarlo partire. Tanti. Di sicuro troppi da mettere subito a bilancio e così l’obiettivo rimane in automatico un sogno, ma è proprio sulla formula del trasferimento che il club viola articolerà il nuovo assalto a Defrel: prestito oneroso con obbligo di riscatto a giugno magari ritoccando al ribasso la quotazione è un’idea che verrà prospettata a breve e, se dovesse trovare un minimo d’apertura dall’altra parte, ci sarà l’affondo definitivo.

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO SULL'EDIZIONE ODIERNA DEL CORRIERE DELLO SPORT

Fiorentina, Pradè blocca Chiesa

Tutte le notizie di Calciomercato

Per approfondire

Caricamento...
Caricamento...
Caricamento...

Calciomercato in Diretta

In edicola

Prima pagina