Ferrero:
© Bartoletti
Calciomercato
0

Ferrero: "Presidente della Roma? Lo farei già da domani"

Il patron blucerchiato: "Potevo prenderla prima dell'arrivo di Pallotta, ma dissi di no. Hanno espropriato l'impero della famiglia Sensi"

"Se domani ci fosse la possibilità di prendere la Roma lo farei subito". Così Massimo Ferrero, patron della Sampdoria, a margine dell'incontro con gli studenti della LUISS. "Se ne parlava nel 2010, prima dell'arrivo di Pallotta. Dopo la morte del grande Franco Sensi - rivela Ferrero -, alla figlia Rosella è stata espropriata la società, e non solo. Avevano un impero, sono rimasti con una casetta. Ma non voglio fare polemica in questa sede. Mi avevano proposto la Roma e io dissi no. Del calcio non me ne fregava niente, andavo allo stadio a vedere partite solo per coltivare rapporti, non per altro. Ero romanista così come la mia famiglia, Ma tra la passione e le follia per una squadra c'è differenza, io mi sono fermato alla passione. Nella mia vita ci sono altri interessi" ha concluso Ferrero.

"Occasione per Kalinic". Le ultime su Wolfsberger-Roma

Gioca gratis con Mister Calcio Cup - 11 in campo, il fantasy game di calcio del Corriere dello Sport-Stadio. Fai la tua formazione e vinci i fantastici premi in palio. Iscriviti ora! Gioca!
Tutte le notizie di Calciomercato

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

Calciomercato in Diretta

In edicola

Prima pagina