Calciomercato
0

Napoli, esonero Ancelotti? De Laurentiis ha le idee chiare 

L'allenatore ha ribadito che non ha intenzione di dimettersi: è sicuro di poter ancora imprimere una sterzata. Il presidente sogna una svolta, sarebbe la soluzione della crisi più gradita

Napoli, esonero Ancelotti? De Laurentiis ha le idee chiare 
© Getty Images

Succede o non succede un bel niente? E se dovesse succedere, cosa, quando e come succederà? E’ il calcio di ieri, è quello di oggi, è quello di sempre: è il rito satanico che avvolge una panchina, sistematicamente, ogni volta che il pallone assume strani rimbalzi. E’ una tendenza che vive, nei secoli dei secoli, e non fa sconti a nessuno, “miti” del football inclusi: ma ora è semplicemente una domanda che galleggia tra Castel Volturno e Fuorigrotta, in quell’area greve che sa di crisi. E non ci sono certezze, nell’orizzonte opaco che tutto custodisce e qualcosa pure nasconde: però l’“accerchiamento” si percepisce, se n’è accorto anche Ancelotti, ma anche i mille dubbi sono lì, come materia del contendere in una memoria difensiva che Aurelio De Laurentiis lecitamente tiene per sé, come contromossa.

Napoli, Ancelotti non ha mai pensato alle dimissioni

E’ tormentone che s’annida nell’atmosfera appesantita e che almeno una certezza ce l’ha e l’ha confessata in pubblico e anche in privato Carlo Ancelotti, al quale non sfuggono certe dinamiche né l’eco di contatti che appartengono alle regole del gioco: «Non mi dimetto, non ci ho mai pensato». E non si sospetti che sia per puro interesse economico, sarebbe persino offensivo sospettarlo: ma qui c’entra altro, la dignità personale di un uomo che ha vinto tutto e ovunque e che sente di avere il polso della situazione di uno spogliatoio «nel quale non ci sono spaccature». E poi anche la consapevolezza di poter incidere ancora e ulteriormente, per modifi care il trend, per rimuovere gli spigoli, per rimescolare una situazione ch’è paradossale, perché domani sera, nel ventaglio delle ipotesi, tutte praticabili, rientra anche la possibilità di qualificarsi come prima nel girone.

Ancelotti via da Napoli? Ecco cosa ne pensa De Laurentiis

Ma è anche lecito che il Napoli osservi, neanche distrattamente, il mondo che lo circonda e valuti con cautela e per precauzione, le prospettive meno ottimistiche: Aurelio De Laurentiis un suo legittimo giro di telefonate lo ha fatto, ha avuto modo di scambiare due battute con Allegri, che vuole concedersi questo anno di “vacanze” sino a giugno, poi di sentire Spalletti e anche Gattuso - ma senza che si sia allestito un calcolo delle probabilità - e persino di chiacchierare amabilmente con Jorge Mendes, che gli è amico ed ha sottolineato l’impossibilità di avvicinarsi a “ringhio” con una proposta semestrale

Leggi l'articolo completo sull'edizione del Corriere dello Sport-Stadio oggi in edicola

Koulibaly piace a Mourinho

 

 

 

 

 

 

 

Tutte le notizie di Calciomercato

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

Calciomercato in Diretta

In edicola

Prima pagina