Clamoroso Neymar: si dimezza lo stipendio per tornare al Barcellona!

Nell’accordo di massima per il dietrofront in Catalogna, definito la scorsa estate, il brasiliano avrebbe accettato il ritorno al vecchio stipendio da 20 milioni a stagione più bonus. A Parigi ne percepisce più di 50. Ma è l’ultimo treno, e Ney non lo vuole perdere
16 - Neymar (Santos, Barcellona, Psg e Brasile): 190 assist in 501 partite© Bongarts/Getty Images
Andrea De Pauli

BARCELLONA (SPAGNA) - Soldi o felicità? Davanti al grande dilemma, questa volta Neymar, appoggiato dal padre-procuratore, avrebbe optato per la scelta più romantica. Il brasiliano, infatti, non avrebbe cambiato di una virgola il suo proposito di far ritorno, la prossima estate, a Barcellona. E pazienza se toccherà accettare un taglio netto dello stipendio da nababbo che percepisce attualmente al Paris Saint Germain. Secondo i calcoli del Mundo Deportivo, che dedica alla vicenda la prima pagina, O’Ney in questo momento, all’ombra della Torre Eiffel, guadagna 52 milioni di euro complessivi l’anno, tra stipendio del club e bonus della Qatar National Bank, che nell’estate del 2017 avrebbe sborsato i famosi 222 milioni della clausola per trasferirlo a Parigi e farne il volto immagine dell’entità. Col ritorno in Catalogna, il paulista tornerebbe in un batter d’occhio ai 20 milioni abbondanti fissati, nel novembre del 2016, al momento dell’ultimo rinnovo con i blaugrana, poi bruscamente interrotto con la repentina fuga verso la Ligue1.

Il Barca sogna Lautaro Martinez e Neymar
Guarda il video
Il Barca sogna Lautaro Martinez e Neymar

Neymar al Psg potrebbe arrivare a 60 milioni totali!

La perdita economica immediata è evidente e potrebbe, in realtà, essere anche superiore, visto che il Psg avrebbe offerto a O’Ney un rinnovo con uno stipendio da 38 milioni, contro i 30 attuali, che sommati alla quota garantita dalla Qatar National Bank porterebbe la cifra a sfiorare i 60 milioni. Il brasiliano, però, è convinto che il grande ritorno sarà accompagnato da una nuova epoca trionfale e che le cose potrebbero compensarsi negli anni successivi, attraverso un futuro rinnovo coi blaugrana con cifre più consone agli standard parigini e, soprattutto, con l’investitura ad erede del grande amico Leo Messi, che è nato cinque anni prima di lui. Prima o poi la Pulce appenderà gli scarpini al chiodo, e parte del suo sontuoso salario potrebbe essere deviato sul conto del Mohicano. 

Neymar al Barcellona, è l'ultimo treno

L’accordo di massima, trovato la scorsa estate in un lussuoso hotel del Porto Olimpico di Barcellona potrebbe rappresentare, poi, l’ultimo treno per Neymar per l’anelato ritorno nella città in cui ha vissuto i migliori anni della sua vita sportiva, e non solo. In questo momento è sponsorizzato dai vari Messi, Piqué e Luis Suarez, che una decina di mesi fa si erano detti disposti a contribuire anche economicamente alla marcia indietro del paulista. E, soprattutto, c’è il presidente uscente Bartomeu, che non potrà ripresentarsi alle prossime elezioni della primavera del 2021 dopo  aver concluso il suo secondo mandato, che vuole assolutamente riportarlo all’ovile. Cosa che non sarebbe assolutamente garantita dal successore, visto che diversi tra i più accreditati candidati alla poltrona più importante del club non sembrano così convinti della bontà della scelta. Anzi. Potrebbe, pertanto, essere l’ultimo treno per Ney e il brasiliano non ha nessuna intenzione di lasciarselo sfuggire.

@andydepauli

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti