Calciomercato
0

Fiorentina, Chiesa è il tesoretto intoccabile di Commisso

L'attaccante della Nazionale partirà solo al prezzo fissato dal patron: secondo il Cies, Federico vale non meno di 40 milioni

Fiorentina, Chiesa è il tesoretto intoccabile di Commisso

FIRENZE - A Rocco Commisso è stato chiesto cento volte del futuro di Federico Chiesa e cento volte ha risposto che alla fine di questa stagione può anche (anche si badi bene) andare via, a patto che venga soddisfatta appieno la richiesta economica della Fiorentina. Già: ma adesso alla luce dell’impatto che la pandemia avrà sui conti del calcio e quindi sul prezzo dei singoli giocatori in chiave mercato, quanto può valere indicativamente il talento viola? A dare una mano alle società, che poi ovviamente faranno di testa loro, ci ha provato il Cies, il portale di statistiche dedicato al mondo del pallone, con una serie di valutazioni degli elementi più quotati dei cinque maggiori campionati europei e la Fiorentina è presente con Chiesa, Milenkovic, Cutrone e Lirola, più Lafont che dall’estate scorsa è in prestito biennale al Tolosa.

Subito una curiosità: non c’è Castrovilli e considerando che la “base” d’ingresso è fissata a 15 milioni, la cosa suona perlomeno strana, ma tanto Commisso ha già tolto il gioiellino barese da qualsiasi tipo di trattativa predestinandogli la maglia numero 10 che è stata di Antognoni, Baggio e Rui Costa. Valutazioni che passione, si diceva. Allora sotto con i numeri: l’attaccante figlio d’arte vale (varrebbe) 40,9 milioni, il difensore serbo (seguitissimo e richiestissimo) 32,7, l’ex Wolverhampton arrivato a Firenze a gennaio 24 milioni e, infine, l’esterno spagnolo 19,2, mentre il portiere classe 1999 ha un costo stimato in 28,7 milioni che è quattro volte l’esborso fatto dalla Fiorentina giusto due anni fa.

Fiorentina, Commisso jr dirige gli ultras



Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna del Corriere dello Sport

Tutte le notizie di Calciomercato

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

Calciomercato in Diretta

In edicola

Prima pagina