Calciomercato
0

Osimhen al Napoli, tutti i retroscena dell'operazione e le cifre

Ricca e complessa la trattativa con il Lille (e con il calciatore) che ha portato il nigeriano in azzurro

Osimhen al Napoli, tutti i retroscena dell'operazione e le cifre

Di Antonio Giordano

NAPOLI - Dentro quel contratto, c’è un mondo: bonus facilmente raggiungibili e altri che lusingano e sembrano complicati; tratti di «finanza creativa» e speranze che viaggiano sospese nel futuro. Ma Victor Osimhen, resta, è scritto su carta, il calciatore più pagato della storia del Napoli: i settanta milioni (più dieci di eventuali riconoscimenti al Lilla) «stracciano» i cinquanta milioni (quarantadue per l’acquisto, otto di commissioni), investiti appena un anno fa per arrivare a Lozano. Ma l’ingegno, in questo calcio moderno, in cui s’avverte il senso delle magìe, ha consentito al Napoli di risparmiare venti milioni di euro, la valutazione che il Lilla ha dato a Karnezis e ai giovanissimi Manzi (20), Palmieri (20) e Liguori (22), utili per chiudere un affare altrimenti complesso.

Da Osimhen a Ronaldo, i 5 colpi più costosi della Serie A

Il Napoli, praticamente, si ritroverà a spendere - tra uscite per il contratto di Osimhen e entrate per quello del poker acquistato dai francesi, 47 milioni e cinquecentomila euro (in cinque anni) e tra i benefit da riconoscere al Lille ci sono anche, eventualmente, due milioni e mezzo in caso di conquista della Champions. Osimhen è il primo acquisto di questa estate torrida, che ora vedrà il mercato soffocato dentro un periodo insolitamente breve, nel quale bisognerà affannarsi per definire le proprie idee: il Napoli insegue, innanzitutto, un tornante offensivo, per affidargli l’eredità di Callejon che ieri sera ha giocato la sua ultima partita al San Paolo, e continua ad ascoltare la Juventus, che insiste per avere Milik, ma mitigandone i costi con la cessione di Bernardeschi.

Ufficiale: Osimhen nuovo giocatore del Napoli

Il pallone di Milik

Soluzione non semplice, neanche impossibile: Bernardeschi ha un contratto da 3 milioni e mezzo di euro; un manager nuovo e accordi commerciali con una società americana, ma sui diritti d’immagine si può tentare il dialogo. Altrimenti c’è Ünder, che piace (tanto) a Giuntoli e (parecchio) a Gattuso. Però anche in questo caso dipende da Milik, per il quale non «sono previsti sconti». Il resto verrà da sé, intorno a Koulibaly e ad Allan, sulla corsia di sinistra...

Gioca gratis con Mister Calcio Cup - 11 in campo, il fantasy game di calcio del Corriere dello Sport-Stadio. Fai la tua formazione e vinci i fantastici premi in palio. Iscriviti ora! Gioca!
Tutte le notizie di Calciomercato

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

Calciomercato in Diretta

In edicola

Prima pagina