Calciomercato
0

Supryaga, per il Bologna c'è il "piccolo Shevchenko"

Bigon e Sabatini in pressing sulla giovane punta della Dinamo Kiev corteggiata da tanti altri club

Supryaga, per il Bologna c'è il
© FOTO SCHICCHI

BOLOGNA - «Stiamo cercando un attaccante profondo, di movimento ma che abbia anche una certa sensibilità in area di rigore», il pensiero dettato lunedì pomeriggio ai microfoni di “E’ tv Bologna” da Walter Sabatini. Poi la sua aggiunta carica di fiducia. «E sono convinto che lo troveremo». Se è per questo Sabatini e Riccardo Bigon lo hanno già trovato, il che non significa tuttavia che di sicuro sbarcherà a Casteldebole. Primo perché Vladyslav Supryaga, il loro grande obiettivo, classe 2000, ucraino della Dinamo Kiev ribattezzato in patria il piccolo Sheva, ha addosso una decina di squadre europee (tra le quali 3 italiane), il secondo motivo è conseguente al primo: già il presidente della Dinamo Ihor Surkis è un osso terribilmente duro da mandare giù, figuratevi quanto può fare festa in questi giorni alla luce della concorrenza che c’è attorno al suo gioiello. Che dopo aver giocato in prestito nella Dnipro -1 ed aver evidenziato le sue grandi potenzialità, 14 gol in 25 partite, è tornato a casa. Infine il terzo motivo, che è un messaggio non tanto cifrato per tutti quelli che sono interessati a questo giovane attaccante: solo di fronte a numeri importanti Surkis è disposto a mollare Supryaga, anche per tenere buono il suo tecnico Mircea Lucescu che già ha problemi con i tifosi (essendo stato per una vita sulla panchina degli avversari storici della Dinamo, e cioè lo Shakhtar) e che gli ha chiesto di trattenerlo a Kiev ancora per una stagione, non potendo permettersi di partire con il piede sbagliato.

Bologna Primavera, no a De Rossi: c'è Gilardino

Mihajlovic: "Lyanco? Non parlo di giocatori di altre squadre"

Surkis alza il tiro

Quanto sta chiedendo il presidente della Dinamo per Supryaga, campione del mondo Under 20 nel 2019 in Polonia, due gol nella finale contro la Corea del Sud? Sui 12/13 milioni di euro. E pensare che poco meno di un mese fa, quando il Bologna si fece sotto per la prima volta ufficialmente per questo prospetto, Surkis pretendeva una cifra inferiore ai 10. Come potete capire l’operazione è complicata, eppure quelli del Bologna continuano a vedere una luce in fondo al tunnel. Su questo talentino ucraino Sabatini e Bigon sono arrivati [...]

Leggi l'articolo completo sull'edizione digitale del Corriere dello Sport-Stadio

Tutte le notizie di Calciomercato

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

Calciomercato in Diretta

In edicola

Prima pagina