Barcellona, le cinque ragioni per non vendere Messi

Il presidente Bartomeu non vorrebbe perderlo gratis, né tantomeno scambiarlo per altri giocatori. Soprattutto, non vuole dare un'immagine di debolezza al club

© ANSA

ROMA - Il futuro di Leo Messi è l'argomento dell'estate. Dopo aver annunciato di voler lasciare il Barcellona, i top club europei sognano di poter acquistare la Pulce di Rosario. In realtà, dalla Spagna, Mundo Deportivo fa sapere che il club blaugrana non vorrebbe lasciarlo partire e i motivi sono vari. L'arrivo in panchina di Koeman non avrebbe convinto l'argentino a rimanere, ma il presidente Bartomeu è disposto a tutto pur di non dover dire addio al suo numero 10. I motivi per trattenere Messi al Camp Nou sono cinque.

Messi simbolo del Barcellona

Leo Messi è, ovviamente, il simbolo del Barcellona e sarebbe in ogni modo la punta di diamante del nuovo progetto targato Ronald Koeman. Inoltre, Bartomeu sa quanto il popolo blaugrana ami il fuoriclasse argentino e non vorrebbe far partire una rivolta contro la dirigenza nel caso in cui Messi dovesse salutare la Catalogna.

Messi: le strategie di Manchester City, Psg e Inter
Guarda la gallery
Messi: le strategie di Manchester City, Psg e Inter

Messi, mai via gratuitamente

Messi avrebbe chiesto al Barcellona di essere ceduto gratuitamente, esercitando una clausola nel suo contratto. I problemi, però, sembrano legati alla data in cui questa clausola poteva essere esercitata (stando ai media spagnoli entro il 10 giugno). In questo caso potrebbe partire una diatriba legale, cosa che costerebbe molto sia al club, sia al giocatore. Se Messi avesse voglia di andare via gratis, allora dovrà aspettare il termine del suo contratto (30 giugno 2021). Un'altra ragione per non cederlo gratuitamente è quello di dover dare il miglior giocatore del mondo ad una squadra rivale in Europa senza alcun risvolto economico.

Dalla Virtus Entella ai Chicago Bulls: tutti vogliono Messi
Guarda la gallery
Dalla Virtus Entella ai Chicago Bulls: tutti vogliono Messi

Messi, nessuno scambio

Il club che sembra essere più vicino a Leo Messi è il Manchester City e nei giorni scorsi si è parlato di un possibile scambio con alcuni giocatori di Pep Guardiola. Tra questi ci sarebbero Gabriel Jesús , Bernardo Silva , Mahrez , Angeliño ed Eric Garcia, ma il Barcellona non vuole privarsi del suo fenomeno per altri giocatori. In caso, vorrebbe una somma di denaro e se Koeman ha delle priorità, non è accettabile volerle accontentare con giocatori di un altro club. Bensì, il Barça sarebbe disposto a privarsi di altri giocatori, ma non di Messi.

Addio Messi? Immagine di debolezza

Nelle ultime finestre di mercato il Barcellona non è riuscito a portare al Camp Nou i suoi obiettivi di mercato. Sono noti i fallimenti per gli acquisti di Thiago Silva, Marquinhos, Verratti, Di María e di Neymar dal PSG. Anche quello di Alaba dal Bayern Monaco. Le dirigenze dei club rivali hanno sempre resistito alle avances e, adesso, è il presidente Bartomeu che proverà a ripagare le società che vogliono Messi con la stessa moneta. Messi ha una clausola e chi lo vuole sa già quanto costa: il miglior giocatore del mondo non può essere svalutato.

Messi, i tifosi del Newell's in piazza: sognano il ritorno a Rosario
Guarda la gallery
Messi, i tifosi del Newell's in piazza: sognano il ritorno a Rosario

Messi, una miniera d'oro

Leo Messi genera molti soldi. Attrae sponsor e fa guadagnare al Barcellona milioni di euro vincendo partite in Champions League, aumentando la cache nei tour, vendendo milioni di magliette. Il suo nome è legato a quello del club blaugrana in ogni angolo del mondo e, proprio per questo, il Barça non vuole rinunciare a tutto ciò.

Da non perdere





Commenti