Suarez, l'intercettazione: "Non spiccica una parola, ma deve passare"

L'incaricata di prepararlo all'esame: "Non puoi fargli saltare dieci milioni di stipendio..."

© ANSA

PERUGIA - Luis Suarez "non spiccica na parola", ma anche "non coniuga i verbi" e "parla all'infinito": a dirlo è Stefania Spina, incaricata della preparazione del calciatore in vista dell'esame a Perugia, intercettata dalla procura del capoluogo umbro. Il testo è riportato nel decreto di perquisizione eseguito stamani. "Ma te pare che lo bocciamo" aggiunge con un non meglio identificato interlocutore. "Non dovrebbe, deve, passerà, perché con dieci milioni a stagione di stipendio non glieli puoi far saltare perché non ha il B1 (il livello della certificazione - ndr)" dice ancora Spina. 

Suarez, sospetta truffa per ottenere la cittadinanza
Guarda il video
Suarez, sospetta truffa per ottenere la cittadinanza

Instradato

Eh, allora, lui sta un po’ memorizzando le varie parti dell’esame" e l’abbiamo instradato "bene". In un'altra intercettazione si legge: "Il discorso è che comunque… sul verbale non ho problemi a metterci la firma perché in commissione ci sono io e mi assumerò la responsabilità dell’attribuzione del punteggio. Il mio timore qual è che poi tirando tirando, diamo il livello ed esce, i giornalisti fanno due domande in italiano e la persona va in crisi. Quindi un po’ di preoccupazione ce l’ho perché è una gatta da pelare come si fa si fa male".

“Ci fanno gli attentati terroristici”

In un’altra intercettazione si legge: “Comunque allora...tornando seri...hai una grande responsabilità perché se lo bocciate ci fanno gli attentati terroristici’’, dice uno degli indagati, e l’interlocutore risponde: "Ma te pare che lo bocciamo!''.

Il voto da dare

"Io lo faccio già preparare ma devo attendere l'anagrafica, quando una volta che si è inserito, io posso già metterci il voto. Mi dici tu che voto ci do e via''. Un indagato risponde poi: "Brava, mettici il minimo''. E l'altra dice: ''3, 3, 3, 3, 3''. Poi l'indagato conclude: "Brava perfetto, metti tutti 3. E perché tanto ho sentito la rettrice ieri, la linea è quella''.

Commenti