Spezia, Meluso: "Apprezziamo molto Nzola. Molti acquisti fatti in velocità"

Il ds degli aquilotti: "Dovremmo ufficializzare oggi Deiola e Farias, manca solo un iter burocratico da completare. Con Italiano abbiamo in mente qualche altro aggiustamento, ci stiamo lavorando"
© LaPresse

LA SPEZIA - il direttore sportivo dello Spezia neopromosso, Mauro Meluso, durante la presentazione dei nuovi acquisti (Mattiello, Piccoli, Marchizza e Rafael) ha parlato della strategia di mercato bianconera: "Molte delle nostre scelte le abbiamo dovute affrontare con velocità, e qualche cessione abbiamo dovuto accelerarla senza avere tempo di patrimonializzare. Alcuni, come quello di Piccoli, sono prestiti secchi perché preferiamo averli disponibili subito rispetto all’imbastire una trattativa più difficile. Con Mattiello c’è la possibilità di riscattarlo, Rafael invece arriva a parametro zero. Affrontiamo il mercato cercando innanzitutto di colmare le lacune che abbiamo avuto in alcuni ruoli, e guardando l’immediato aspetto tecnico. E’ una situazione anomala: il 20 agosto è finita la scorsa stagione ed in una settimana ci siamo trovati a dover pianificare il futuro. Dovremmo ufficializzare oggi Deiola e Farias, manca solo un iter burocratico da completare. Con Italiano abbiamo in mente qualche altro aggiustamento, ci stiamo lavorando. L’attacco? E’ quello che ha bisogno di qualche rinforzo maggiore, ma confido molto nei ragazzi già presenti in rosa”.

Spezia in Serie A, assembramenti e poche mascherine: ansia per la festa in città
Guarda la gallery
Spezia in Serie A, assembramenti e poche mascherine: ansia per la festa in città

Djidji? Quando ero a Lecce l’ho trattato, è un difensore forte ma è del Torino e non parlo dei calciatori degli altri. Verde? Capisco che voi vogliate far sapere alla piazza, ma io davvero non posso rispondere su calciatori che non sono di nostra proprietà. Su Nzola invece dico che è un profilo molto apprezzato, ma ci sono dinamiche di mercato che non posso rivelare in questo momento: abbiamo fatto tantissimi acquisti, vedremo spiù avanti se si riuscirà a fare anche questo affare”.

I nuovi arrivi si presentano

Parola a Federico Mattiello: “Ho girato tante squadre negli ultimi anni e adesso sono a Spezia per dare continuità al mio gioco. Sono venuto qui con entusiasmo, consapevole di avere davanti una sfida difficile, ma molto affascinante. Bartolomei mi ha parlato di una piazza calda, con un allenatore molto bravo e tanti ottimi aspetti. Il mio ruolo? Nasco mezz’ala, ma qui allo Spezia sono stato preso per fare il terzino in una difesa a quattro”. Tocca a Roberto Piccoli: “Ho avuto modo di conoscere la Serie A con l’Atalanta, sono venuto qui soprattutto per il progetto e per dare un contributo importante alla squadra. Posso far bene, ho una buona intesa con squadra e mister”. A chiudere Riccardo Marchizza: “Per me tornare è motivo d’orgoglio, era quello che volevo dopo la stagione dello scorso anno, soprattutto per il rapporto che si era instaurato con i compagni e i tifosi. Ringrazio il mister per aver dimostrato ancora una volta fiducia nei miei confronti e la società per l’operazione. Sono felicissimo, era quello che volevo, perché lo Spezia è la squadra che mi ha permesso di conquistare la Serie A”.

Spezia in Serie A, esplode la festa
Guarda il video
Spezia in Serie A, esplode la festa

Commenti