Calciomercato
0

Bologna, se Supryaga non arriva l'attacco sarà affidato a Barrow

Palacio a oggi dà ampie garanzie, ma Mihajlovic tiene aperta l'ipotesi Musa prima punta

Bologna, se Supryaga non arriva l'attacco sarà affidato a Barrow
© LAPRESSE

BOLOGNA - Vladyslav Supryaga o Federico Santander? Sì, ma solo nel senso in cui l’arrivo a Bologna del talentino della Dinamo Kiev potrebbe portare alla cessione dell’attaccante paraguaiano, perché all’atto pratico la vera alternativa sarebbe un’altra, quella tra Supryaga e Musa Barrow. Non dimenticando Rodrigo Palacio, che almeno a oggi è quello che dà le maggiori garanzie come prima punta. Per quale motivo non Santander? Facile: per le sue caratteristiche tecniche e di conseguenza tattiche. Venerdì Riccardo Bigon ha cercato di tradurre il pensiero dettato da Sinisa Mihajlovic al termine dell’amichevole contro l’Entella, "da un anno e mezzo giochiamo senza la prima punta, con tutto il rispetto che abbiamo nei confronti di Santa", ma il discorso è un altro: nessuno mette in dubbio che Miha non stimi il Ropero, il punto è che ritiene più costruttivo un altro tipo di centravanti per quello che è il suo gioco. E cioè uno che attacchi gli spazi assicurando profondità alla squadra e che non voglia la palla addosso, uno veloce, di movimento che sappia giocare e interscambiarsi con gli esterni e non che sia un punto di riferimento per i dirimpettai. 

La sensazione è che nel caso in cui il Bologna non dovesse arrivare a chiudere Supryaga, alla fine dei giochi Sinisa entrerebbe nell’ordine di idee di dirottare Barrow in mezzo, con l’impiego di Nicola Sansone come esterno sinistro. Che molto probabilmente sarebbe una scelta benedetta anche da parte del governo rossoblù, considerato tra l’altro che il giovane gambiano è stato preso nel gennaio passato come prima punta e che solo con il passare dei giorni Miha ha preferito portare a sinistra. Con i risultati che poi gli hanno dato ragione, alla luce dei 9 gol segnati da fine gennaio da Barrow. Se Musa sarebbe felice di ritrovarsi con il cerino in mano in caso di mancato arrivo di Supryaga? Poco ma sicuro non andrebbe a sbattere la testa contro il muro se ciò dovesse accadere, poi è vero che un giocatore vive di convinzioni forti e il fatto che giocando a sinistra gli abbia consentito di esplodere probabilmente a Barrow farebbe piacere mantenere questa posizione sul campo. 

Bigon: "Supryaga? C'è una nostra offerta.."

Leggi l'articolo completo sull'edizione odeirna del Corriere dello Sport

Tutte le notizie di Calciomercato

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti

Calciomercato in Diretta

In edicola

Prima pagina