Calciomercato Bologna: Svanberg, Schouten e Dominguez, chi parte?

I colpi di Sabatini e Bigon serviranno a due obiettivi: avere una bella mediana e finanziare un gran mercato a suon di plusvalenze
Calciomercato Bologna: Svanberg, Schouten e Dominguez, chi parte?
TagsschoutensvanbergDominguez

BOLOGNA - Mattias Svanberg, svedese, classe 1999, Nicolas Dominguez, argentino, classe 1998, Jerdy Schouten, olandese, classe 1997. Poi Andri Baldursson, islandese, classe 2002, che ormai è considerato a tutti gli effetti da Sinisa Mihajlovic uno dei suoi “tenorini” del centrocampo. No, non abbiamo dimenticato Andrea Poli, ci mancherebbe, nelle rotazioni c’è anche lui che della squadra è uno dei capitani, ma è evidente come il futuro del Bologna sia nei piedi soprattutto di questi 4 ragazzi che hanno ancora margini importanti di miglioramento. O meglio, forse solo di tre di loro, perché è facile immaginare che il governo rossoblù nella prossima sessione estiva del mercato andrà a caccia di una plusvalenza, dovendo fare almeno in parte il mercato in entrata con i soldi ricavati da quello in uscita. E in questo senso il calciatore che più degli altri potrebbe lasciare il Bologna alla fine di questo campionato è Svanberg, che tra l’altro è già seguito in Italia dal Milan e anche da società della Premier e della Bundesliga. Poi va aggiunto un particolare che ha di sicuro un peso: lo svedese è stato pagato sui 4 milioni di euro, il che significa che di fronte a un’offerta che si aggira sui 20 milioni difficilmente i capi rossoblù farebbero finta di niente.

Bunker Bologna, resiste in dieci al Sassuolo per un'ora!
Guarda la gallery
Bunker Bologna, resiste in dieci al Sassuolo per un'ora!

Tanti estimatori anche per Jerdy Schouten

Detto che a oggi non è immaginabile poter fare per il Bologna una plusvalenza con Dominguez che è stato pagato sui 10 milioni di euro, come Svanberg anche Schouten ha molti estimatori per quelle che sono le sue grandi potenzialità tecniche e di palleggio, ma ci mancherebbe solo che il Bologna li mollasse entrambi, perché a quel punto verrebbe smascherato, considerato che da una parte a parole sta garantendo di voler costruire una squadra più forte e competitiva e da un’altra con i fatti poi lascerebbe partire i tesori di famiglia. Sì, Svanberg e Dominguez partono praticamente alla pari e Sinisa sceglie via via chi dei due gli sembra più adatto a interpretare la partita, anche a seconda dell’avversario. Lo svedese è un centrocampista moderno, che strappa in continuazione e che arriva anche con una certa facilità alla conclusione, l’argentino di contro è più difensivo, anche se nel Velez Sarsfield veniva impiegato dal suo tecnico Gabriel Heinze (ex difensore anche della Roma) sia da mezzala d’attacco che a volte anche da trequartista.

Mihajlovic in conferenza, ma....non trova le parole!
Guarda il video
Mihajlovic in conferenza, ma....non trova le parole!

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti