Shomurodov alla Roma, il post profetico con Mourinho e l'idolo a sorpresa

Nel 2019 l'attaccante aveva postato una foto con lo Special One, ora il sogno diventa realtà: il ritratto dell'uzbeko
Shomurodov alla Roma, il post profetico con Mourinho e l'idolo a sorpresa
Guido D'Ubaldo
TagsRoma

Sorpresa Eldor Shomurodov. L’attaccante uzbeko del Genoa è a un passo dalla Roma e a breve potrebbe arrivare l’annuncio dell’affare tra le due società. Nelle ultime ore ci sono stati diversi contatti tra il direttore generale giallorosso Tiago Pinto e gli agenti dell’attaccante rossoblù. Evidentemente il pressing di Mourinho per avere un altro attaccante è stato forte e deciso. Così la Roma si è messa a lavorare ccon Preziosi e nella serata di ieri è arrivata a un passo dall’accordo per un prestito da 2 milioni per il primo anno e 16 milioni per il diritto di riscatto. Questo stesso diritto potrà diventare obbligo al raggiungimento di determinate condizioni relative alla stagione dell'attaccante uzbeko. Shomurodov, 26 anni, attende l’annuncio ufficiale che potrebbe arrivare già oggi e poi raggiungerà Trigoria. Il Genoa ha mantenuto i diritti sul 20% della futura rivendita ma l’affare è quasi fatto. Dzeko, lo ribadiamo ancora, non si muoverà, ma Mourinho ha bisogno di una “spalla” più veloce nell’eventualità molto probabile di giocare spesso con due punte.

Il precedente tra Shomurodov e Mourinho

L’attaccante genoano ha già avuto un approccio con il tecnico portoghese e per lui il sogno di essere allenato dallo Special One è ormai a un passo. I due si sono conosciuti nel 2019, come testimonia il profilo Instagram dell'attaccante con una foto che li ritrae in un ristorante di Mosca. Un incontro organizzato dal suo agente Tkachenko. «Ho conosciuto Mourinho a Mosca, era venuto a vedere l'hockey. Tifo Chelsea per lui e glielo dissi di persona, fu emozionante». Sotto il post del centravanti moltissimi i commenti dei tifosi della Roma, che sono pronti ad accoglierlo con entusiasmo. Già da oggi possono essere definiti i dettagli dell’affare e dell’arrivo dell’attaccante a Trigoria. Shomurodov non è un goleador e il suo massimo livello realizzativo l'ha raggiunto nella stagione 2015/16 con 12 reti in 39 presenze con la maglia del Bunyodkor, squadra uzbeka. Poi il passaggio in un campionato sicuramente più competitivo come quello russo, dove ha vestito la maglia del Rostov dall'estate 2017 al 2020, prima del passaggio alla sua attuale squadra, il Genoa. Con la maglia rossoblù si è messo in evidenza, pur non giocando titolare con continuità. Nel suo Paese è soprannominato Messi. Da bambino il suo beniamino era Rivaldo, che ha giocato nella squadra di proprietà dello zio dello stesso Shomurodov, proprio il Bunyodkor, club con cui l'attaccante ha disputato finora le sue migliori stagioni. Ha una sola stagione importante all’attivo, è un giocatore sul quale ci sarà da lavorare.

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti