Yaya Touré: “Così ho convinto Kessie a venire al Barcellona”

L'ex centrocampista blaugrana, oggi ambasciatore dei Mondiali in Qatar, spiega al Mundo Deportivo cosa ha detto nelle tante telefonate fatte all'ex giocatore del Milan
Yaya Touré: “Così ho convinto Kessie a venire al Barcellona”© ANSA
3 min
TagskessieTourè

Yaya Touré, classe 1983, è stato un giocatore del Barcellona e, anche se oggi è ambasciatore dei Mondiali in Qatar, continua a seguire le vicende che riguardano i catalani. Così come la campagna acquisti, in particolare si sofferma su un suo connazionale, Franck Kessie, che ha deciso di lasciare il Milan a parametro zero per trasferirsi in blaugrana. Al Mundo Deportivo, Touré fa sapere di aver insistito molto per convincere Kessie a venire al Barça.

Touré: “Kessie è un grande giocatore”

Ammette Touré: “Durante la trattativa con il Barcellona, ho chiamato Kessie. Siamo stati in contatto e mi ha chiamato più volte perché sapeva che conoscevo il Barça. A essere sincero, abbiamo parlato per giorni perché voleva sapere tutto quello che avrebbe trovato in Catalogna. Il Milan gli aveva offerto un nuovo contratto e stiamo parlando di un grande club, ma il Barcellona lo seguiva molto da vicino. Gli ho detto di non esitare, che se voleva partire doveva andare al Barcellona. Gli ho spiegato molte cose nei dettagli e che doveva giocare bene dall'inizio, avere un buon atteggiamento ed essere il più concentrato possibile. Barcellona è una grande città e gli ho detto di non uscire molto la sera, di stare attento. Devi concentrarsi solo sul campo perché loro ti giudicheranno in tutto”.

Barca-Kessie, ecco le cifre dell'ingaggio e la durata del contratto
Guarda il video
Barca-Kessie, ecco le cifre dell'ingaggio e la durata del contratto

Kessie “fisicamente è un centrocampista molto potente e penso che possa ancora migliorare molto sotto diversi aspetti. È un grande giocatore e, se avrà la fiducia che aveva al Milan, penso che sarà un grande acquisto. Gli ho anche detto che doveva essere preparato per l'alta competizione del Barça, perché ci sono due o tre giocatori con lui lottare per essere titolare. È pienamente consapevole e mi vede quasi come un fratello maggiore, mi ascolta molto. Ora sarà in un top club, con grandi giocatori intorno. Sono molto felice per lui e per il Barcellona”.

Non solo Koulibaly e Kessie per il Barcellona: i 10 nomi in lista
Guarda la gallery
Non solo Koulibaly e Kessie per il Barcellona: i 10 nomi in lista


Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti