Gollini alla Fiorentina, Italiano ha il portiere: tutte le cifre

Pradè accelera e mette le mani sul numero 1 lo scorso anno al Tottenham: i dettagli dell'accordo trovato con l'Atalanta
Gollini alla Fiorentina, Italiano ha il portiere: tutte le cifre© Getty Images
4 min
Andrea Giannattasio
TagsGollini

FIRENZE - Il mercato della Fiorentina non accenna più a fermarsi e dopo aver portato a termine con una guerra all’ultimo rilancio l’operazione Mandragora i viola sono pronti a mettere a segno subito un altro colpo di spessore. Con un’accelerata arrivata nel tardo pomeriggio, il ds Pradè ha di fatto chiuso l’accordo con l’Atalanta per il prestito oneroso di Pierluigi Gollini, che dunque è a un passo dal diventare il nuovo portiere titolare della formazione di Italiano. Un blitz che potrebbe permettere ai toscani di risolvere quello che rischiava di diventare un dilemma con fin troppe incognite: se infatti la fiducia verso Terracciano in questi mesi non era mai venuta meno (la società aveva valutato persino di riconfermarlo come numero 1) era stato proprio il tecnico a fare richiesta di poter disporre di un nuovo estremo difensore abile con i piedi. Un desiderio che, in un primo momento, aveva portato la Fiorentina a valutare l’identikit di Milinkovic del Torino, idea però naufragata in seguito ad alcune tensioni con i granata su altre piste di mercato (tra le quali, dopo Mandragora, Praet e appunto Gollini).

Gollini torna alla Fiorentina: subito in ritiro

Quasi tutto fatto invece per il portiere-rapper, che dopo una stagione in chiaro-scuro con il Tottenham potrebbe tornare a vestire la maglia viola dieci anni dopo l’ultima volta (Gollini ha fatto parte del settore giovanile gigliato tra il 2010 e il 2012): prestito oneroso di 500mila euro da versare subito all’Atalanta e diritto di riscatto fissato tra un anno a 8 milioni. Il giocatore, che si trova in Italia dopo alcune vacanze all’estero e il lancio del suo nuovo singolo dal titolo “Champions Dream”, è atteso presto a Firenze per far parte del gruppo che dal 10 luglio sarà in ritiro a Moena (Dragowski infatti non sarà convocato ed è sempre più vicino alla cessione in Spagna). Una buona notizia per Italiano, che oltre a poter contare su un altro portiere cresciuto in un vivaio italiano, avrà a disposizione anche un elemento con una discreta esperienza internazionale: sono in tutto 20 le presenze accumulate da Gollini tra Champions, Europa League e Conference con la Dea e gli Spurs.

Mercato Fiorentina, tutto su Praet

Rischia di portarsi dunque sul 2-0 in favore della Fiorentina la lotta a distanza con il Torino sul mercato, in una sorta di incontro di boxe appena cominciato ma che ha già iniziato a fare scintille. Archiviato il discorso Mandragora e, a questo punto, anche il nodo legato al portiere, resta da capire quale sarà l’epilogo per il terzo oggetto del desiderio che tanto i viola quanto i granata stanno continuando a sondare. È il caso di Dennis Praet, per il quale nelle prossime 48 ore il club di Commisso formalizzerà al Leicester un’offerta di 7 milioni (la stessa arrivata di recente dal Toro). La prima risposta attesa dall'Inghilterra sarà negativa anche se di fondo resta la volontà di portare a Firenze un altro ex giocatore di Juric. Nel solco di una guerra fredda destinata a proseguire per tutta l'estate.

Super Tottenham, che festa per Gollini
Guarda il video
Super Tottenham, che festa per Gollini

Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Commenti