Sottil torna a febbraio, Fiorentina su un'ala

L'attaccante ieri operato per un’ernia al disco: la Viola pensa a Boga
Sottil torna a febbraio, Fiorentina su un'ala© Getty Images
3 min
Andrea Giannattasio
TagscalcioFiorentinaSottil

FIRENZE - Era l’ultima opzione da prendere al vaglio, quella estrema. Ma alla fine Riccardo Sottil ha dovuto alzare bandiera bianca. L’esterno della Fiorentina, tormentato da inizio stagione da un problema alla schiena causato da un’ernia al disco, ha scelto di finire sotto i ferri e ieri è stato operato presso gli studi torinesi del neurochirurgo Franco Benech: lo stop prima della ripresa degli allenamenti sarà di cinque settimane, ha fatto sapere il club viola. Quella di sottoporsi a intervento “per ernia discale L4-L5” era stata un’ipotesi che il classe ’99 aveva tentato fino all’ultimo di scartare, optando piuttosto per una terapia conservativa che, almeno fino a inizio mese, sembrava aver dato i suoi frutti. L’ultima visita effettuata (il figlio d’arte è stato seguito tra gli altri anche dal nutrizionista Giuliano Poser) raccontava di un quadro clinico in via di miglioramento e anche la recente vacanza a Dubai sembrava confermare che per Sottil il peggio fosse ormai alle spalle.

Stop lungo

Gli ultimi giorni però hanno rimesso tutto in discussione. Il dolore alla schiena che ha fatto saltare all’esterno 13 gare sulle 23 della Fiorentina (da metà settembre il numero 33 è sparito dai radar) è tornato a farsi sentire, al punto tale che il giocatore ha deciso di dire basta al suo calvario. A darne conferma è stata una nota del club viola, la prima che - da tre mesi a questa parte - ha fatto chiarezza sulla reale situazione legata ad uno dei migliori giocatori della rosa, sul quale invece per settimane hanno regnato solo silenzio e smentite. Per rivedere in campo l’attaccante serviranno circa due mesi, un periodo piuttosto lungo che, nonostante la sosta, costringerà Sottil a saltare quasi tutte le partite di gennaio, tra cui quella con la Roma: «Operazione riuscita, pronto per tornare più forte» il commento dell’esterno su Instagram.

Ai ripari

Logico che la Fiorentina, che deve fare già i conti con il mese di stop di Gonzalez e un calendario in A che si annuncia congestionato, stia già valutando di correre ai ripari. L’esigenza di risalire la classifica potrebbe portare il club a scandagliare il mercato alla ricerca di un esterno in grado di poter da subito mettersi al servizio di Biraghi e compagni. In tal senso l’opzione migliore resta il campionato italiano, dove sono due i nomi che potrebbero fare al caso dei viola: Boga dell’Atalanta (dato in uscita da Bergamo dopo le sole 6 presenze in stagione e diventato un assistito di Fali Ramadani) e Orsolini del Bologna, già trattato dal ds Pradè due estati fa, la cui cessione è però esclusa dai rossoblù.

Niente rate

Ma in una giornata in cui a prendersi la copertina in negativo è stato Sottil, la Fiorentina si è potuta prendere una rivincita sul piano politico. Il club infatti ha espresso soddisfazione per le parole del Ministro dello Sport Andrea Abodi, che in Parlamento ha dato seguito alla linea portata avanti dai viola contro la rateizzazione dei debiti delle tasse in Serie A: «Ora aspettiamo di capire chi pagherà nei tempi previsti o meno e quali saranno le sanzioni per gli inadempienti» il pensiero della società di Commisso. 

Fiorentina, per Nico Gonzalez lesione di secondo grado
Guarda il video
Fiorentina, per Nico Gonzalez lesione di secondo grado


Commenti