Inter, le linee guida per il mercato: chi va via se Lautaro resta

Non si scappa: uno dei pezzi preziosi di Inzaghi dovrà lasciare la Pinetina. Almeno un sacrificio è obbligatorio
Inter, le linee guida per il mercato: chi va via se Lautaro resta© Inter via Getty Images
4 min
TagsLautaroskriniarbastoni

MILANO - Se non sarà Lautaro, partirà uno tra Bastoni o Skriniar. Non si scappa: un pezzo pregiato dovrà lasciare la Pinetina. E se non all’argentino, toccherà ad uno dei due difensori. Del resto, le linee guida per il prossimo mercato sono già abbondantemente note: attivo di 60-70 milioni e sforbiciata al monte ingaggi del 10-15%. Su queste basi, almeno un sacrificio è obbligatorio. È vero che nella lista ci sono pure Barella e Dumfries, ma un addio in difesa potrebbe essere compensato dall’innesto di Bremer. L’Inter, infatti, si è mossa con grande anticipo per il brasiliano, raggiungendo un accordo di massima con il suo entourage. Manca, invece, l’intesa con Cairo, che, però, avrebbe promesso al difensore di non esagerare con le richieste, agevolando così il suo approdo in una big. Insomma, con in mano un sostituto adeguato, sarebbe più semplice da gestire la partenza di pilastri come sono ormai da considerare Bastoni e, soprattutto, Skriniar. 

Tottenham, con la Champions assalto a Lautaro Martinez
Guarda il video
Tottenham, con la Champions assalto a Lautaro Martinez

Mercato Inter, Bastoni e Skriniar

Evidentemente, tutto dipenderà dalle offerte che arriveranno. Sia l’azzurro sia lo slovacco sono molto apprezzati in Premier. Per il primo, ad esempio, la stima di Guardiola è nota da tempo. E già in passato il Manchester City si era fatto avanti, senza però trovare la disponibilità nerazzurra. Stavolta, in viale Liberazione saranno decisamente più pronti ad ascoltare… Due anni fa, invece, Skriniar non era andato lontano da una cessione. Conte non lo riteneva più fondamentale e i discorsi con il Tottenham sono proseguiti a lungo, senza però trovare una quadratura. Non se ne fece nulla, per la felicità dello stesso slovacco, che non aveva nessuna voglia di fare le valigie. Tanto che, nella stagione successiva, si impose definitivamente anche come braccetto della difesa a 3, facendo ricredere lo stesso Conte. E, proprio in memoria nella sua crescita ed evoluzione, il tecnico leccese potrebbe spingere gli Spurs ad un altro assalto. Tra Bastoni e Skriniar, l’Inter preferirebbe cedere Bastoni: per età e avendo il contratto in scadenza nel 2024 (quello dello slovacco di ferma fino al 2023), l’incasso sarebbe potenzialmente maggiore.

Inter, Lautaro e Correa re della grigliata argentina: Zanetti controlla
Guarda la gallery
Inter, Lautaro e Correa re della grigliata argentina: Zanetti controlla

Dybala e Zapata

Tornando al sostituto, ovvero a Bremer, nell’operazione con il Torino potrebbe entrare Pinamonti. Già perché con la permanenza di Lautaro, è difficile pensare ad un arrivo di Scamacca, ancora di più se le valutazioni del Sassuolo dovessero restare superiori ai 45 milioni di euro. Meglio provarci con Dybala, allora ma solo a certe condizioni (ingaggio anche inferiore ai 6 milioni di euro ma bonus abbondanti), oppure, nell’ottica di aggiungere un centravanti, tornare su Zapata. Sempre che l’Atalanta non esageri con le sue pretese, dopo una stagione complicata da una lunga serie di infortuni per il colombiano.

Inter, grigliata di carne in salsa sudamericana
Guarda il video
Inter, grigliata di carne in salsa sudamericana

Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti