"Morata-Barcellona, affare in standy: serve la partenza di Dembélé"

L'arrivo alla Juve di Dusan Vlahovic non basta per sbloccare il passaggio dello spagnolo alla corte di Xavi: per il via libera i catalani devono liberarsi dell'ingaggio del francese
"Morata-Barcellona, affare in standy: serve la partenza di Dembélé"© Juventus FC via Getty Images
TagsMorataBarcellona

I numeri deficitari dell’attacco nella prima parte della stagione sono stati alla base del rendimento deludente avuto nella prima parte della stagione dalla Juventus. Da qui la decisione del club bianconero di rompere gli indugi per Dusan Vlahovic, vicino al trasferimento al Torino dopo l’ultima offerta da 67 milioni più bonus recapitata alla Fiorentina e il cui arrivo rischia di stravolgere le gerarchie dell’attacco della Juventus, preludio alla cessione di Alvaro Morata.

Juve, Morata non è più incedibile: ma al Barcellona non basta

Tuttavia, la situazione del centravanti spagnolo è fortemente condizionata dai movimenti in uscita del Barcellona e in particolare alla partenza di Ousmane Dembélé. A fine dicembre il Barcellona aveva mosso i primi passi per arrivare a Morata, primo obiettivo di Xavi per rinforzare l’attacco, ma nonostante i tentennamenti del giocatore la Juventus aveva chiuso ogni discorso sul nascere, proprio perché all’epoca sprovvista di un’alternativa all’altezza. Ora che un nuovo bomber sta per sbarcare a Torino e che quindi la Juventus non ritiene più incedibile Morata, l’ex centravanti di Real Madrid e Atletico Madrid è però “appeso” proprio al futuro di Dembélé.

Vlahovic alla Juve, Morata verso il Barca
Guarda il video
Vlahovic alla Juve, Morata verso il Barca

Barcellona, Morata può arrivare solo se parte Dembélé

Alle prese con i noti problemi economici, il Barcellona ha dovuto attendere il rinnovo del contratto con spalmatura d’ingaggio di Samuel Umtiti prima di ufficializzare l’acquisto di Ferran Torres dal Manchester City e ora punta a fare altrettanto per arrivare a Morata, il cui approdo in Catalogna è subordinato al risparmio dell’ingaggio di Ousmane Dembélé, che il Barça ha messo sul mercato con effetto immediato dopo i reiterati rifiuti del giocatore a rinnovare il contratto a scadenza nel prossimo giugno.

Dembélé, passione Mercedes per l'attaccante del Barcellona
Guarda la gallery
Dembélé, passione Mercedes per l'attaccante del Barcellona

Morata tra Juve e Barcellona: ultimi giorni di mercato decisivi

L’attaccante non sembra però avere fretta, valutando anche la possibilità di restare a Barcellona fino al termine della stagione per poi diventare padrone del proprio cartellino. Con questo scenario la società blaugrana sarebbe impossibilitata ad arrivare a Morata, dato che neppure i sacrifici di altri esuberi come l’ex juventino Neto, Iñaki Peña e Mingueza garantirebbero il risparmio necessario per chiudere l’operazione. Uno scenario inquietante per Xavi, che dovrebbe ripiegare su piani alternativi per l’attacco, ma anche per la Juventus, che si ritroverebbe un’inaspettata abbondanza nel reparto e dovrebbe gestire l’insofferenza di Morata, il cui spazio in squadra nella seconda parte di stagione dopo l’arrivo di Vlahovic sarebbe inevitabilmente ridotto.

Corriere dello Sport - Stadio

Abbonati all'edizione digitale del Corriere dello Sport!

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti