Juve, non solo Di Maria: un altro regalo in arrivo per Allegri

Si apre una settimana cruciale per le due trattative che il tecnico bianconero ritiene decisive. Attesa a ore la risposta dell'argentino
Juve, non solo Di Maria: un altro regalo in arrivo per Allegri© EPA
5 min
Filippo Bonsignore
TagsDi MariaKostic

TORINO - Al lavoro per la doppietta. La Juve fa sul serio, vuole far decollare il mercato in vista dell’inizio della nuova stagione, per consegnare a Max Allegri un gruppo già rinforzato all’inizio del percorso della preparazione estiva, e punta ad un doppio obiettivo: Di Maria più Kostic. Il Fideo non esclude il serbo, anzi: possono essere entrambi i nuovi padroni delle fasce bianconere. Così la domenica della dirigenza juventina ha avuto un doppio campo centrale: Ibiza e Francoforte. Contatti, telefoni roventi per fare passi avanti verso il doppio traguardo.

In attesa del futuro, Di Maria prepara una grande cena
Guarda il video
In attesa del futuro, Di Maria prepara una grande cena

Mercato Juve, Di Maria: la situazione

Il primo collegamento diretto è stato con le Baleari, dove Di Maria si sta rilassando insieme alla famiglia e agli amici-colleghi Paredes e Lo Celso. E’ ammirando il mare ibizenco che Angel deciderà il suo futuro: Juve, Barcellona o, a sorpresa, Benfica? La nuova squadra dell’argentino uscirà da questo terzetto. Alla Continassa attendono a breve, preferibilmente a ore, la risposta definitiva del giocatore, dopo il lungo tira e molla delle ultime settimane. Siamo insomma all’ultima puntata della telenovela e l’epilogo è ancora impronosticabile. Certo è che la Juve è convinta di avere fatto il massimo per convincere il Fideo dopo che, qualche giorno fa, Xavi, il tecnico del Barcellona, aveva telefonato a Di Maria riuscendo nell’intento di scompaginare i piani disegnati dai bianconeri. Dopo quella chiamata, infatti, il Barça era balzato in pole position e pure la famiglia del campione spingeva per il trasferimento in Spagna. Pessimismo crescente, quindi. La Juve però non ha mollato la presa, spinta soprattutto da Allegri che ritiene fondamentale riuscire a sfruttare l’opportunità di assicurarsi un campione come il Fideo nel momento in cui è svincolato, e inserire nel gruppo tutta la sua qualità e la sua leadership. I bianconeri hanno sempre mostrato intenzioni chiare e volontà di fare in fretta, per chiudere l’affare in tempi ristretti. Cosa impossibile, invece, al club catalano, impegnato a risolvere i seri problemi di bilancio che impediscono di effettuare acquisti prima di essere rientrati nei parametri imposti dalla Liga spagnola. Così la Juve ha fatto un deciso passo verso Di Maria, cucendo un’offerta su misura in base alle richieste dell’argentino: contratto di una sola stagione, più opzione per una seconda, con un ingaggio di 7 milioni. Una mossa che è stata certamente apprezzata dal giocatore e dall’entourage. Ora tocca solo e soltanto al Fideo sciogliere la riserva. 

Juve, Kostic ha scelto

Parallelamente, la Juve porta avanti quella che inizialmente era stata identificata come una alternativa e che invece ora è una pista complementare a tutti gli effetti. Porta a Francoforte da Filip Kostic, leader serbo dell’Eintracht. Qui il tema è differente, non riguarda durata contrattuale o ingaggio: sono infatti questioni già definite tra l’entourage del giocatore e la dirigenza bianconera. C’è infatti un principio di accordo per un’intesa triennale a 2,5 milioni più bonus a stagione. Kostic ormai ha in mente soltanto la Juve e non fa altro che rimarcarlo rifiutando le proposte di rinnovo del contratto con il club tedesco, in scadenza l’anno prossimo. L’Eintracht, fresco vincitore dell’Europa League, prova a tenere duro e infatti la strada verso la stretta di mano con la Juve non è in discesa. Da Francoforte è stata recapitata alla Continassa una richiesta di 20 milioni, giudicata troppo elevata dai bianconeri proprio per il ridotto orizzonte temporale che lega il giocatore ai tedeschi. Una prima risposta da parte della dirigenza juventina è stata di 12 milioni, con un margine di trattativa che può arrivare fino a 15 milioni. La distanza, insomma, c’è ancora ma la forbice potrebbe ridursi grazie all’aiuto dei soliti bonus. Ci si potrebbe trovare infatti più o meno a metà strada: 15 milioni più bonus per arrivare ad un massimo potenziale di 17-18. Il confronto va avanti, con Kostic spettatore interessatissimo che aspetta la fumata bianconera. 

Mercato Juve: chi parte, chi resta e chi è in dubbio
Guarda la gallery
Mercato Juve: chi parte, chi resta e chi è in dubbio

Commenti