Lazio, Sucic è già pronto per il salto: se parte Milinkovic è uno degli obiettivi

La mezzala croata in un’intervista recente ha rivelato che potrebbe lasciare l'Austria in estate: "Ho un accordo fino al 2025, ma il Salisburgo è abituato a vendere”
Lazio, Sucic è già pronto per il salto: se parte Milinkovic è uno degli obiettivi© Getty Images
4 min
Daniele Rindone
TagsCalciomercatoLaziosucic

ROMA - Si chiama Sucic, è paragonato a Milinkovic ed è uno dei golden boy più seguiti in Europa. Il diesse Tare, scopritore di Sergej, ci ha messo gli occhi nei mersi scorsi. E’ uno dei preferiti in caso di sostituzione del Sergente. Luka Sucic ha 19 anni, è esploso nell’ultima stagione. Gioca nel Salisburgo, gioielleria calcistica. E’ una mezzala, ma come idolo ha Modric: «E’ un’ispirazione per il calcio. Lo ammiro ogni giorno, negli allenamenti, nelle partite. Spero che rimarrà a lungo in nazionale», è la confessione di Sucic. Ha incrociato Modric nella Croazia, è stato convocato per la Nations League. E’ entrato nelle due partite contro la Francia (11 minuti in campo la prima volta, un minuto la seconda). Aveva esordito in nazionale ad ottobre contro la Slovacchia. E’ nato in Austria, è croato, non ha avuto dubbi: «Avrei potuto giocare per l’Austria e per la Bosnia, ma non ci sono mai stati dubbi, ho sempre voluto giocare per la Croazia. Dall’età di 15 anni ho fatto parte di tutte le squadre più giovani. Gli austriaci mi hanno chiamato solo l’anno scorso per giocare nell’under 21, mi avrebbero trasferito in nazionale. Non mi interessava», ha spiegato Sucic di recente.

Lazio, sorriso Marcos Antonio! Ecco il suo arrivo a Fiumicino
Guarda la gallery
Lazio, sorriso Marcos Antonio! Ecco il suo arrivo a Fiumicino

Il futuro

E’ stato seguito da Juve e Milan, si è interessato il Liverpool. Ha una valutazione da almeno 10 milioni, forse più. Non ha escluso di partire in estate: «Ho un contratto fino al 2025, ma la filosofi a del Salisburgo è vendere i giovani dopo un anno o due, quindi probabilmente non rimarrò fino alla fine dell’accordo, lascerò durante questa stagione o durante la prossima. Il Salisburgo è un grande club per lo sviluppo dei giovani, abbiamo tutto quello che serve per crescere». Sucic ha confessato il sogno di giocare in Spagna, non direbbe no ad una chiamata dall’Italia: «Il mio obiettivo è giocare in Spagna perché per il mio stile lì mi vedo di più. Barcellona e Real sono il top, anche Siviglia e Villarreal sono grandi. Si parla anche del Liverpool, mi piacciono i Reds per il modo in cui giocano. Non mi dispiacerebbe avere la possibilità di giocare lì», sono altri spunti dell’intervista concessa in Croazia.

I sogni

Sucic vuole crescere anche in nazionale: «Il mio obiettivo è fare qualcosa con la Croazia in un grande torneo, ad esempio ripetere il Mondiale in Russia e vincere una Champions League con un club». E’ un tifoso dell’Hajduk: «Mio padre è sempre stato un fan dell’Hajduk, quindi sono un fan anche io da quando ero bambino».

I piani

Sucic può essere un obiettivo se il prezzo non lieviterà e soprattutto se non lancerà un assalto un top club per strapparlo al Salisburgo. La Lazio tiene pronti i piani alternativi nel caso in cui partisse uno tra Milinkovic e Luis Alberto. Per sostituire il Mago si è pensato a Benjamin Bourigeaud del Rennes, scadenza 2023. Gioca da ala, nasce mezzala. E’ stato tra le rivelazioni del campionato francese. Il Rennes è in pressing per strappare la firma sul rinnovo, il giocatore ha preso tempo. Vuole capire cosa accadrà a Formello.

Lazio, Marcos Antonio è arrivato nella capitale
Guarda il video
Lazio, Marcos Antonio è arrivato nella capitale

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti