Mercato Lazio: Sarri parte da Gila

Il tecnico aspetta tre acquisti per cominciare, Lotito gli ha promesso una squadra più forte. Mentre Acerbi blocca Romagnoli, è in arrivo il baby del Real Madrid
Mercato Lazio: Sarri parte da Gila
6 min
Fabrizio Patania

ROMA Lotito glielo ha promesso meno di un mese fa, strappando il rinnovo di contratto sino al 2025: costruirà una Lazio più forte. Sarri aspetta. I timori, le inquietudini e la fiducia si intersecano con la realtà dei fatti. Gli mancano tre pedine, il minimo sindacale, per cominciare a lavorare in ritiro ad Auronzo. Martedì 5 luglio la partenza, alle 10,30 di mercoledì primo allenamento. Una settimana di tempo. I tempi biblici del mercato laziale e il via del campionato a Ferragosto non favoriscono. La pazienza, per ogni allenatore, ci vuole. Sarebbe un’impresa cominciare al completo. Mau è rimasto fregato a gennaio, non intende bruciarsi o rimanere deluso un’altra volta. Per questo motivo sta incalzando il presidente e il ds Tare. Rischia di trovarsi indietro o in difficoltà nella preparazione. Normale per un tecnico metodico, maniacale, fissato con la programmazione e il lavoro sul campo. Botte da matto sono escluse, anche se c’è chi riesce a immaginarle, esagerando un po’. Equilibrio e buon senso aiutano, altrimenti non avrebbe firmato il 2 giugno. Ora, però, bisognerebbe marciare compatti, con la stessa visione tecnica e strategica, accelerando i tempi. Lotito, ieri impegnato nel Consiglio Federale, ha promesso di cambiare passo da oggi. Tre giorni per arrivare al week-end, cinque all’inizio della prossima settimana, con l’idea di provare ad accontentare il tecnico. Vedremo se chiuderà tre operazioni come attende Sarri. Due difensori centrali e un portiere, escludendo Marcos Antonio (già preso), servono per cominciare a plasmare la nuova Lazio.

Lazio, lunga lista d’esuberi: la rosa è extralarge!
Guarda la gallery
Lazio, lunga lista d’esuberi: la rosa è extralarge!

Lazio, intrigo Romagnoli

Lotito, sino a pochi giorni fa, anteponeva la cessione di Acerbi alla firma di Romagnoli. Chissà se basteranno le prossime ore per arrivare a dama, il Milan ha in mente altri obiettivi, vedremo in che tempi e se aprirà una trattativa per il Leone, inserito in una lista con diversi difensori centrali: al momento è un’alternativa per Maldini e Massara. La notizia buona, invece, appartiene a Romagnoli. Vuole solo la Lazio. E se non si può considerare definito l’accordo economico (ballerebbe una differenza sulla stipendio), Alessio ha confermato per ora di non voler accettare la corte del Fulham, disposto a mettere 4 milioni di ingaggio. Vedremo se il club inglese insisterà e sino a quando. Lotito ha ancora un vantaggio e una posizione preminente. Trattativa aperta tre mesi fa. Perderlo sarebbe un segnale negativo, in controtendenza, per Sarri. Se chiede Romagnoli, si prende. Altrimenti significherebbe non seguirlo, non accompagnare le sue idee di calcio. Acerbi, legato da un contratto pesante sino al 2025, ha caratteristiche diverse. Non porta su la linea difensiva come intende Mau. Non ci sono solo la contestazione degli ultras e la richiesta di Francesco di cambiare aria alla base della separazione. La società, è ovvio, deve uscire da un impasse in cui bisogna trovare le soluzioni giuste e far quadrare i conti. 

Mercato Lazio: il centrale

Nicolò Casale, invece, era entrato nel mirino di Sarri a gennaio. Costa 10 milioni. Lotito ne ha parlato diverse volte con Setti. Non arriverà a chiuderlo. Si sta inserendo il Napoli, tenendolo come piano B rispetto a Ostigard. Il Monza di Berlusconi e Galliani, invece, è già passato alla trattativa: ieri sera riunione con il Verona, offerta da 7-8 milioni. Lavorano per prenderlo. Casale, nelle intenzioni del tecnico, doveva essere la pedina ideale su cui costruire una difesa giovane e di prospettiva. Sarri lo ha seguito a Empoli, gli è piaciuto a Verona. Continuano a spuntare gli spagnoli dall’agenda di Tare. Dopo Chust (Cadice), un altro giovane di proprietà Real Madrid. Si chiama Mario Gila, 22 anni da compiere a fine agosto, gioca in Segunda Division con il Castilla, la squadra riserve. E’ in chiusura. Prestito con diritto di riscatto. Piede destro, catalano di nascita. Un metro e 85. Diventerà l’alternativa di Patric, titolare accanto a Romagnoli. Il Real conserverebbe un diritto di recompra. 

Lazio, il portiere

Lotito sta portando avanti la trattativa con l’Atalanta per Carnesecchi e ci sono fondate speranze di concluderla. Percassi tiene duro, Marco vuole solo la Lazio. Il tecnico ha chiesto due portieri, compreso un vice affidabile. E’ spuntato Wladimiro Falcone, 27 anni, della Samp. Possibile, non sicuro. Ci sono diversi profili. Carnesecchi sarà pronto tra ottobre e novembre. Ad Auronzo ci vuole un altro con Reina e Adamonis

Lazio, Marcos Antonio fa le visite: in posa con i medici biancocelesti
Guarda la gallery
Lazio, Marcos Antonio fa le visite: in posa con i medici biancocelesti


Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Commenti