Lazio, Sarri vuole anche Ilic e parla con Milinkovic

Si apre la seconda fase del mercato, ma dipenderà dalle uscite: il tecnico insiste per il serbo del Verona e chiede un terzino. Al via i colloqui per trattenere Sergej
Lazio, Sarri vuole anche Ilic e parla con Milinkovic
5 min
Fabrizio Patania

ROMA - Lotito non si ferma. Ha consegnato difensori e portieri a Sarri. Erano le priorità. Ora proverà a completare la Lazio. Manca un centrocampista, è legato alla possibile uscita di Akpa Akpro, accostato alla Samp e alla Cremonese. L’ivoriano potrebbe entrare come pedina di scambio in una delle prossime operazioni. La società si era informata su Salvatore Esposito, gioiellino della Spal, in scadenza 2023. Costa 3 milioni, piace ai blucerchiati. Sarri insiste per Ivan Ilic, 21 anni, gioiello serbo del Verona. Lotito lo ha bloccato come possibile alternativa in caso di cessione di Luis Alberto. Il tecnico della Lazio lo vorrebbe lo stesso. Uno sforzo in più. Così completerebbe il reparto con due pedine di altissimo livello per ogni ruolo. Cataldi e Marcos Antonio davanti alla difesa. Lo spagnolo e Basic sul centro-sinistra, Ilic e Milinkovic (se verrà trattenuto) come interni destri. Centrocampo da lotta Champions. Oggi non è facile pronosticarlo. 

Lazio, quanti gol ad Auronzo! Ed ecco i nuovi acquisti in campo
Guarda la gallery
Lazio, quanti gol ad Auronzo! Ed ecco i nuovi acquisti in campo

Lazio, le uscite

Il punto di partenza è il canale preferenziale aperto con Setti. Lotito ha acquistato Cancellieri (entro il 30 giugno) e Casale per un totale di 18,5 milioni. Il Verona ne chiede altrettanti o forse poco meno per Ilic. La Lazio ha già investito 45 milioni, è stato ceduto solo Vavro. Muriqi tornerà a Bruges per sottoporsi di nuovo alle visite mediche, ma non è detto che il club belga sia ancora intenzionato a prenderlo a titolo definitivo, pagando 11 milioni. Acerbi, richiesto dal Monza, confida in uno spiraglio alla Juve, forse ancora più aperto dopo l’operazione che porterà Koulibaly al Chelsea. Il domino dei difensori centrali lo può coinvolgere. La Lazio chiede 4-5 milioni per il cartellino, ma gli agenti sperano di liberarlo a costo zero: sarebbe più facile piazzarlo, alleggerendo il monte stipendi da un ingaggio di 2,5 milioni netti per altre tre stagioni. Luis Alberto sembrava l’indiziato principale al sacrificio. Si sta allenando benissimo ad Auronzo. Lascerebbe la Lazio soltanto per tornare a Siviglia. Il ds Monchi ha negato il proprio interesse: per ora non è uscito allo scoperto, valutazioni in corso. Poco concreta la pista legata alla Fiorentina. Un punto fermo. La Lazio valuta 30 milioni il cartellino. 

Lazio, Casale a lezione da Sarri: prime spiegazioni ad Auronzo
Guarda la gallery
Lazio, Casale a lezione da Sarri: prime spiegazioni ad Auronzo

Milinkovic-Lazio, al via i colloqui

Il rebus principale dell’estate è legato a Milinkovic. Sarri ci parla ogni giorno. Lo ha accolto e stimolato in ritiro. Prega di arrivare in fondo al mercato senza che siano recapitate offerte monstre a Villa San Sebastiano. Sergej è apparso motivato, un po’ in ritardo dal punto di vista fisico, forse e per la prima volta condizionato da un’estate in cui riteneva di spiccare il volo verso un top club. Nel ritiro di Auronzo sono tutti convinti che anche a Milinkovic dispiacerebbe andare via. Chissà. L’entusiasmo generato dall’arrivo di Romagnoli e dai colpi messi a segno da Lotito nelle ultime ore potrebbero aiutarlo a restare un altro anno. 

Lazio, quanti gol ad Auronzo! Ed ecco i nuovi acquisti in campo
Guarda la gallery
Lazio, quanti gol ad Auronzo! Ed ecco i nuovi acquisti in campo

Mercato Lazio, terzino e punta

Altro che Sucic, la stellina croata del Salisburgo individuata da Tare. Sarri, se partisse Sergej, in cambio vorrebbe Zielinski. Dura strapparlo al Napoli. La rosa andrà completata con un terzino sinistro e forse un centravanti. La Lazio ha dimostrato interesse per Emanuele Valeri, laterale mancino, in scadenza 2023 della Cremonese. Era transitato, in età Esordienti, dal vivaio biancoceleste. Ha giocato con l’Atletico Vescovio, con il Rieti, con il Cesena in D, con il Lecce e infine con la Cremonese. Nella passata stagione ha vinto il campionato in B. Piace e basta, ma le trattative non sono avanzate. Capitolo punta centrale: Cancellieri sta impressionando ad Auronzo. Sarri ci deve lavorare, servono altre prove per capire se potrà crescere da vice Ciro. Il tecnico lo sta valutando e reclama un’altra punta centrale. Bisogna dare respiro a Immobile. Devono uscire Muriqi e Moro (in prestito). Cancellieri diventerebbe il cambio di Felipe. Romero, classe 2004, sarebbe il quinto attaccante esterno. Valutazioni in corso. 

Lazio, il feeling di Cancellieri: occhiolino alla squadra
Guarda la gallery
Lazio, il feeling di Cancellieri: occhiolino alla squadra


Acquista ora il tuo biglietto! Vivi la partita direttamente allo stadio.

Commenti