Olivera al Napoli, il Getafe alza la posta. Avanza Wijndal

L’accordo con l’esterno sinistro uruguaiano c’è, però il presidente Torres allarga il gap dall’offerta di ADL. L’olandese dell’Az è un profilo che interessa molto
Olivera al Napoli, il Getafe alza la posta. Avanza Wijndal© Getty Images
3 min
Antonio Giordano

Vale sempre: non è finita, almeno fino a quando non hanno firmato. Perché il mercato sa essere una maledetta illusione ottica e quando sembra che i dettagli debbano letteralmente restare tali, la cosiddetta «circostanza minuta» si trasforma in gigantesco scoglio. Mathias Olivera e il Napoli si sono detti tutto ciò dovevano sussurrare, la durata del contratto, la cifra da apporre sulla modulistica, i premi e pure quel che riguarda i diritti di immagine, ma poi - chiaramente - per stringersi la mano e preparare il cinguettio, serve altro: per esempio, concludere con il Getafe, che attraverso Angel Torres, il presidente mica uno qualsiasi, sembrava avesse benedetto l’affare. «Credo che il suo trasferimento in Italia sia in una fase molto avanzata». Ma prima che arrivassero le bottiglie di spumante, devono essersi rotti i calici: il Getafe non si è più accontentato della offerta iniziale del Napoli (dieci milioni di euro più uno), ha invocato il rispetto della clausola (che è di venti milioni, praticamente il doppio) e ha aspettato. Il mercato ha le sue paludi e Olivera per ora rimane un interrogativo, da risolvere in fretta: il Napoli s’è scosso, è arrivato a dodici (più uno) ma oltre non intende andare, avendo tracciato un proprio progetto.

Napoli, addio Insigne: le reazioni social di colleghi e tifosi vip
Guarda la gallery
Napoli, addio Insigne: le reazioni social di colleghi e tifosi vip

Piace Parisi dell'Empoli

E intanto si è messo a cercare altro: nel data base di Castel Volturno c’è sempre il nome di Fabiano Parisi (21) dell’Empoli però negli ultimi giorni è emerso anche il desiderio di inseguire un profilo internazionale, perché la Champions è un impegno che toglie il sonno. Parisi è stato seguito ripetutamente, su di lui si è sbilanciato anche Adl, che per un po’ si è sbilanciato anche su Aaron Hickey (20 anni a giugno), sul quale ha chiesto informazioni al Bologna, intanto interpellato dall’Arsenal, che sterline da spendere ne ha più degli indugi.

Napoli, l'obiettivo è Wijndal

Nei mesi scorsi, però, Maurizio Micheli, il capo dell’area scouting, è stato avvistato in Olanda ed all’AZ c’è Owen Wijndal (22), che nel tempo si è conquistato un suo prepotente gradimento del Napoli: il giovanotto ha gamba, una notevole dose di faccia tosta e una muscolarità che viene ritenuta indispensabile per affrontare una stagione che richiederà fisici bestali. Il problema, chiaramente, è sempre quello economico: l’AZ ha pretese ritenute alte, intorno ai quindici milioni di euro, e il management dell’esterno di sinistra è sufficientemente ambizioso ed aspira ad un contratto che sembra ancora distante dai parametri che Adl si è imposto. Per ora, è il momento delle riflessioni, delle strategie, pure delle finte: perché non è mai finita, neanche quando sembra lo sia per davvero.

Festa Insigne, canti e balli al ristorante
Guarda il video
Festa Insigne, canti e balli al ristorante

Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Abbonati al Corriere dello Sport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti