Napoli, le due mosse che possono cambiare l'umore dei tifosi

De Laurentiis potrebbe dare una svolta all'estate triste della città
Napoli, le due mosse che possono cambiare l'umore dei tifosi
2 min
Antonio Giordano

NAPOLI - E’ più facile a dirsi che a farsi, ma per lasciare che Napoli si rigiri al sole, laciandosi baciare, basterebbe poco: facciamo un gioco e immaginiamo che all’improvviso Koulibaly e Mertens rinnovino i rispettivi contratti... Potrebbe essere sufficiente, eccome no, o magari qualcuno invocherebbe anche il rientro di Ospina a palleggiare, ma comunque servirebbe per tacitarsi l’anima, mettersela in pace e continuare a guardare avanti, senza perdere di vista il passato.

Per stare bene con se stesso, è un attimo. In questo senso di insoddisfazione che si coglie, c’è pure questa rottura con l’epoca dei sogni perduti: lo scudetto svanito in albergo, la costruzione di una squadra - avviata da Benitez, esaltata poi da Sarri - da favola, la leadership umana di due giocatori che rappresentano tanto, non solo il calcio. Mertens a giorni avrà il contratto in scadenza; Koulibaly resta impigliato nel chiacchiericcio di un mercato che fratalmente gli appartiene, essendo uno fuoriclasse che tra dodici mesi si svincolerebbe. Il Napoli ha un tetto ingaggi che deve modulare, perché i tempi sono cambiati e Koulibaly e Mertens ambizioni legittime personali che li lasciano per ora sospesi: nel fantacalcio estivo, una firma sistemerebbe l'umore. Una a testa, ovvio.

Napoli, la retromarcia di Mertens: le tappe della 'telenovela' rinnovo
Guarda la gallery
Napoli, la retromarcia di Mertens: le tappe della 'telenovela' rinnovo

Napoli, da Koulibaly a Osimhen: mercato bollente
Guarda la gallery
Napoli, da Koulibaly a Osimhen: mercato bollente

 


Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Commenti