Napoli, priorità Kepa: affare mai in discussione

Strada ormai tracciata per il nuovo numero uno azzurro. Bisognerà anche gestire la questione Meret
Napoli, priorità Kepa: affare mai in discussione© EPA
4 min
Fabio Mandarini
TagsnapoliKepaCalciomercato

CASTEL DI SANGRO - I giorni di Kepa. L'acquisto di un portiere è la priorità del momento, è così che il Napoli considera l'operazione, e non è un caso che il direttore sportivo Giuntoli stia lavorando con il Chelsea per mettere a posto tutti gli aspetti di una trattativa piuttosto complessa dal punto di vista economico: a cominciare dal pagamento dell'ingaggio del basco che, come dicono in Inghilterra, vale 190mila sterline alla settimana e dunque quasi 227mila euro. Per un totale di 9 milioni a stagione: il settantacinque percento dovrebbe essere di competenza dei Blues, mentre il venticinque percento di colore azzurro. Al vaglio anche una serie di bonus richiesti dagli inglesi a corredo del prestito, passaggi ulteriori di un affare decisamente articolato, ma l'obiettivo è chiaro: chiudere al più presto. Parallelamente bisognerà anche gestire la situazione di Meret: il suo rinnovo fino al 2027 è pronto da un po' ma per il momento non sarà firmato. È bloccato in attesa degli eventi e anzi è in discussione. A coté è arrivato anche il discorso pronunciato da Spalletti su Alex dopo l'amichevole di domenica con il Maiorca. E dopo l'errore sul gol del pareggio degli spagnoli: «Bisogna ritrovarsi in questi contesti dove è necessario stare i piedi, se ti danno una spallatina e vai giù è segno che non hai tutto quel carattere e quella forza». Finale dedicato a Simeone: il Borussia Dortmund è pronto a chiudere con il Colonia per Modeste e non prenderà il Cholito. 

Il caso portieri

E allora, da Raspadori a Kepa. Portiere basco di 27 anni che il Napoli tratta con il Chelsea con la volontà di brindare al volo: l'obiettivo è quello, sì, è ritenuto una priorità e non è un caso che Giuntoli stia mettendo fretta ai Blues. L'operazione, dicevamo, è ben avviata ma molto articolata, tanto che il ds azzurro continua a spiegare a tutti di tenere accese le fiammelle di un paio di piani alternativi, pronti per l'uso nell'ipotesi comunque lontana e per il momento non contemplata di un fallimento sull'asse londinese: i soliti Navas - il prescelto originario - e Neto. Un modo per cautelarsi, comunque: la trattativa per Kepa è nel pieno, è vivissima, e l'obiettivo comune è di chiuderla quanto prima. Da definire al più presto è anche la situazione di Meret, a maggior ragione dopo l'amichevole con il Maiorca: «È chiaro che la personalità passa anche dall'emotività. Anche l'atteggiamento, la postura del corpo, possono darti un contributo. Lui ha fatto dei buonissimi interventi, per ora è il nostro portiere e ce lo teniamo caro», ha detto Spalletti commentando la prestazione del suo portiere. Alex, insomma, fatica a trovare serenità in questa fase e in questo contesto: aspirava a vivere una stagione da titolare, tanto che stava per rinnovare fino al 2027, e poi è esploso il mercato. 

Simeone per l'attacco

Per il resto, la concorrenza del Borussia per Simeone è durata il tempo di un sondaggio: dopo il dramma di Haller è cominciata la caccia al sostituto, ma dopo aver raccolto informazioni e la certezza che l'attaccante del Verona è un promesso sposo del Napoli, il Dortmund ha virato sull'olandese Modeste. Capitolo chiuso. Ma la storia del doppio affare, invece, non lo è ancora: il Cholito arriverà quando il Monza compirà il passo decisivo e definitivo per l'acquisto di Petagna. Il prediletto di Galliani. Da ieri nuovamente operativo dopo un weekend ad Amalfi: oggi potrebbe essere un giorno importante per sbloccare la questione. Anzi, le questioni: sembra una telenovela. Ma è solo la legge del mercato.


Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Abbonati all'offerta Black Friday

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora ad un prezzo mai visto!

A partire da 4,99

0,99 /mese

Scopri l'offerta

Commenti