La Salernitana ci prova con il corazziere De Luca

A parte Cavani (gli verrà fatta una proposta), c’è bisogno di ridisegnare l’attacco: Bonazzoli in attesa, Djuric sembra più lontano, Manuel è una possibilità
La Salernitana ci prova con il corazziere De Luca© LAPRESSE
5 min
Franco Esposito
TagsManuel De Luca

SALERNO - Sogna Cavani (una proposta sarà comunque fatta all’uruguaiano), ci ha provato per Pinamonti, è in corsa per Destro, alla finestra per Brunori e Joao Pedro. Ma pensa anche a Manuel De Luca ed Ignacio Pussetto. La Salernitana deve ricostruire l’attacco. Il club granata non ha riscattato Federico Bonazzoli, forse proverà a prenderlo dalla Sampdoria a titolo definitivo ma a cifre più basse. E non ha ancora sciolto il nodo del rinnovo del contratto di Milan Djuric. L’agente del bosniaco tace, i giorni passano, le possibilità che l’ex Bristol City resti a Salerno diminuiscono e l’ipotesi Fiorentina prende corpo (il club viola gli offre un biennale, la Salernitana pure). E allora ecco altre opzioni. Manuel De Luca è una di queste. 

Mercato Salernitana, De Luca e Pussetto

Ventiquattro anni il prossimo 17 luglio, De Luca è di proprietà della Sampdoria ed è reduce da una buona stagione col Perugia. In B con gli umbri ha segnato 10 gol (con 3 assist) in 33 partite. Centonovantadue centimetri di altezza, l’attaccante di Bolzano potrebbe sostituire Djuric anche sul piano fisico. In A, però, non ha mai giocato, mentre ha totalizzato 84 presenze in B, segnando 19 gol. È cresciuto nelle giovanili dell’Inter e del Sudtirol. È legato alla Sampdoria fino al 2025 e potrebbe essere ceduto a titolo definitivo per 3 milioni. L’argentino Ignacio Pussetto, di proprietà del Watford, ha giocato l’ultimo campionato con l’Udinese in prestito, segnando 4 gol e confezionando altrettanti assist. “Nacho” il 21 dicembre compirà 27 anni, cerca la continuità, ha richieste anche dalla Spagna ma potrebbe tornare a difendere i colori degli Hornets. La Salernitana è alla finestra. 

Salernitana, rientra Simy

Davide Nicola si ritrova in organico anche Simy, che rientra dal prestito di Parma. L’attaccante nigeriano, classe 1992, arrivò la scorsa estate in granata nell’ambito di un’operazione che è costata complessivamente quasi 6 milioni, oltre ad un ingaggio faraonico (800mila euro) ed un contratto quadriennale. Il calciatore, reduce da una stagione fallimentare, potrebbe essere valutato in ritiro. Nicola lo ha già guidato a Crotone nella stagione 2016/2017. In organico ci sono anche il brasiliano Mikael, che in 6 mesi ha giocato solo 80' e che vuole dimostrare il suo valore, e il giovane Vergani. Il club di Danilo Iervolino proverà, poi, a stringere col Torino per acquistare Simone Verdi a titolo definitivo.

Compleanno Salernitana: in campo Legends e Nazionale cantanti

Oggi la Salernitana spegne 103 candeline. Il sodalizio, inizialmente con la maglia biancoceleste, fu fondato il 19 giugno 1919. La tifoseria sta festeggiando già da ieri sera: ritrovo dei bambini con famiglie in piazza Casalbore, spettacolo musicale e la consueta torciata con fuochi d'artificio allo scoccare della mezzanotte. Stasera alle 20,30 allo stadio Arechi in campo Salernitana Legends e la Nazionale Italiana Cantanti & Friends. L’incasso sarà devoluto alla Lega Italiana Lotta ai Tumori, sezione di Salerno, per la realizzazione del progetto “Volontari per l’oncologia”. Tantissimi gli ex granata presenti già da ieri in città. Tra questi: Antonio Chimenti, Arturo Di Napoli, Giorgio Di Vicino, Giacomo Tedesco, Ighli Vannucchi, Vittorio Tosto, Giovanni Pisano e Ciccio Artistico. In panchina ci sarà Roberto Breda.

La Salernitana festeggia la salvezza a pranzo
Guarda il video
La Salernitana festeggia la salvezza a pranzo

Commenti