Corriere dello Sport

Champions League

Vedi Tutte
Champions League

Juventus, Allegri: «Primo obiettivo centrato, ma che rabbia quei minuti»

Juventus, Allegri: «Primo obiettivo centrato, ma che rabbia quei minuti»
© AP

Il tecnico: «Io mi arrabbio quando negli ultimi minuti facciamo delle cose da manicomio e inspiegabili»

Sullo stesso argomento

 

martedì 22 novembre 2016 23:32

TORINO - «A dicembre avevamo tre obiettivi, uno l'abbiamo raggiunto prima. Ora dobbiamo restare in testa in campionato e poi c'è la Supercoppa». Massimiliano Allegri si gode la qualificazione agli ottavi di Champions con un turno di anticipo, grazie alla vittoria del Siviglia che ha garantito la qualificazione agli ottavi di Champions League. «Vincere qui non è facile - ha spiegato a Premium Sport - il Siviglia è terzo nella Liga, ha giocatori importanti ma penso sia stata una vittoria meritata e bella che ci permette di affrontare l'ultima gara del girone da qualificata».

Juve qualificata agli ottavi

L'ANALISI - «La squadra ha fatto una buona partita. Abbiamo subito gol nell'unica occasione concessa ma nel primo tempo abbiamo fatto molto bene, meglio della ripresa, quando dovevamo avere meno fretta nelle giocate. Dobbiamo migliorare nella gestione nel finale delle partite. Io mi arrabbio quando negli ultimi minuti facciamo delle cose da manicomio e inspiegabili. Adesso ci saranno 20 giorni molto intensi da qui alla sosta dove dovremo essere molto concentrati». «Conte che ha detto che con questo monte ingaggi la Juve deve puntare alla Champions? Io devo solo ringraziarlo perché mi ha lasciato una squadra che l'anno dopo ha vinto lo scudetto, la Coppa Italia ed è arrivata in finale di Champions, poi tutte le altre parole le porta via il vento e le biciclette i livornesi».

Articoli correlati

Commenti