Corriere dello Sport

Champions League

Vedi Tutte
Champions League

Champions League, panico a Torino in piazza San Carlo: tifosi della Juve in fuga, circa 1000 feriti

Champions League, panico a Torino in piazza San Carlo: tifosi della Juve in fuga, circa 1000 feriti
© LaPresse

I tifosi della Juventus stavano seguendo la partita sui maxi schermi in piazza San Carlo quando si è scatenato il panico

Sullo stesso argomento

 

domenica 4 giugno 2017 00:30

TORINO - Scene di panico tra i tifosi della Juventus, a Torino in piazza San Carlo, dove stavano guardando la finale di Champions League da uno dei maxi schermi allestiti dalla città. Non è ancora chiaro che cosa abbia scatenato la paura tra la folla. Molte persone sono rimaste travolte dalla calca. Sul posto le forze dell'ordine hanno cercato di riportare la calma.

 

Le prime indiscrezioni parlano di una "burla" finita male e forse di qualche petardo esploso. Alcune persone nella fuga sono cadute, travolgendo delle transenne che delimitavano l'area e per questo sono state medicate dal personale presente sul luogo. In piazza sono arrivati anche i Vigili del Fuoco che hanno soccorso alcune tifosi ancora spaventati. La situazione verso le 23.00 è tornata alla normalità.

ANDREA AGNELLI ESPRIME SOLIDARIETA' - Il presidente della Juventus Andrea Agnelli, dopo il match, ha avuto parole di solidarietà per i tifosi rimasti coinvolti nei disordini di piazza San Carlo: «Ho saputo che a Torino ci sono stati incidenti nella piazza dove erano allestiti i maxischermi, non ho informazioni precise sulla dinamica, ma vorrei esprimere la mia solidarietà a chi è rimasto ferito», ha detto da Cardiff ai microfoni di Mediaset Premium.

IL BILANCIO DEI FERITI - Il numero dei feriti sale a 1000. Secondo quanto appreso, si tratta di un bilancio ancora parziale. Per dare assistenza a tutti i feriti, la maggior parte in modo lieve, alcuni sono stati trasportarti nei pronto soccorso della prima cintura del capoluogo piemontese.

PARLA IL PREFETTO - «La causa di fondo è il panico, per capire che cosa l'abbia scatenato bisogna aspettare», lo ha detto il prefetto di Torino, Renato Saccone, che ha raggiunto piazza San Carlo per rendersi conto di persona di quanto accaduto.

Articoli correlati

Commenti