Corriere dello Sport

Champions League

Vedi Tutte
Champions League

Shakhtar, sorteggio positivo: «Volevamo Roma o Besiktas»

Shakhtar, sorteggio positivo: «Volevamo Roma o Besiktas»
© EPA

Le reazioni del club dopo gli accoppiamenti dell'urna di Nyon

 

lunedì 11 dicembre 2017 17:24

ROMA - Un sorteggio positivo. Dal quartier generale dello Shakhtar in Ucraina, l'accoppiamento con la Roma negli ottavi di Champions League è stato accolto bene. Soprattutto perché sono state evitate squadre come Barça, Psg e United. A prendere la parola è stato l'amministratore delegato dello Shakhtar, Sergei Palkin«La Roma non è l'opzione peggiore che poteva capitarci, dato che tra le possibili rivali c'erano Barcellona, PSG e Manchester United. Lo Shakhtar ha già incontrato la Roma in Champions League nel 2011 e passammo il turno. Abbiamo un precedente positivo quindi faremo del nostro meglio per qualificarci. Ma dovremo fare attenzione perché la Roma ha vinto il girone davanti a squadre del calibro di Chelsea e Atletico Madrid. La Roma ha giocatori forti: Nainggolan, Dzeko, Alisson. Ci dovremo preparare al meglio perché sarà una delle nostre prime partite dopo la pausa di due mesi e mezzo».

GIOCATORI - Oltre all'amministratore delegato, anche due giocatori dello Shakthar Donetsk hanno commentato la sfida contro la Roma sul sito ufficiale del club. Le prime dichiarazioni sono di Stepanenko, centrocampista della Nazionale ucraina: «Sono contento del sorteggio. Tra tutte le squadre che potevano capitarci la Roma è quasi al nostro stesso livello. Sono una buona squadra con ottimi calciatori, ma non sono ancora ai livelli del PSG o del Barcellona. Noi siamo stati bravi a superare un gruppo complicato e quindi abbiamo buone possibilità. In qualche cosa la Roma può essere paragonata al Napoli, dovremmo comportarci come contro di loro nella sfida di Kharkiv. I giallorossi hanno tre centrocampisti forti come Nainggolan, De Rossi e Strootman ed un ala importante come Perotti».

Le date degli ottavi di Champions League

Dopo è stato il turno del difensore Ordets, classe 1992: «Non è male che non ci siano capitati club del livello di Barcellona e PSG, volevamo una tra Besiktas e Roma. Non sto dicendo che sono più deboli, ma a mio modo di vedere meglio affrontare una squadra come loro. Agli ottavi di finale ci sono tutte squadre forti e quindi non esistono partite facili. Roma simile al Napoli, ma con più improvvisazione in fase offensiva.

In serata ha parlato anche l'allenatore Paulo Fonseca: «La Roma è molto forte e ha giocatori eccellenti. Hanno vinto un girone difficile con Chelsea e Atletico. Nel campionato italiano sono quarti e sappiamo che non sarà facile. Il Napoli per me al momento è la squadra migliore in Italia. Tuttavia non sottovaluterò la forza della Roma, sono una squadra perfettamente organizzata».

Totti: «Vietato sottovalutarli»

Articoli correlati

Commenti