Inter, Conte:
© LAPRESSE
Champions League
0

Inter, Conte: "Slavia Praga più europeo di noi. Sono io il responsabile"

Così il tecnico salentino dopo l'1-1 in Champions: "Non è questo il calcio per cui ci alleniamo, ci è mancata personalità. Loro hanno dominato: devo essere messo dietro la lavagna"

MILANO - La sua Inter è stata messa in difficoltà, forse più del previsto, dallo Slavia Praga nell'esordio in Champions League sulla panchina nerazzurra. Il tecnico Antonio Conte analizza l'1-1 del Meazza, raggiunto in extremis (92') con Barella ai microfoni di Sky Sport: "Sicuramente lo Slavia Praga ha giocato in maniera europea, a ritmo elevato. Ci hanno aggredito e dovevamo trovare delle soluzioni diverse, però abbiamo fatto fatica. Non sono soddisfatto della prestazione di questa sera. Il primo responsabile sono io, non ho inciso come avrei dovuto. I ragazzi vanno lasciati tranquilli. Non è questo il calcio per cui giochiamo e ci alleniamo. Serve maggiore personalità e bisogna crescere. Quando io parlo di percorso di crescita, io so che tipo di situazione c'è qui. Poca intensità? Di che parliamo? Ci hanno battuto in tutto. Dovevamo correre più di loro ed essere più cattivi di loro. Non è che arrivo, tocco e diventano cigni. Sono step di crescita i nostri, tanti ragazzi devono crescere a questi livelli. Lukaku? Non c'è da parlare dei singoli, oggi tutti siamo stati sotto la sufficienza. E io per primo devo essere messo dietro la lavagna. Non c'è da parlare di uno o dell'altro".

Tutte le notizie di Champions League

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti