La carica di Favre e Brandt: "Siamo il Borussia, vogliamo battere l'Inter"

I gialloneri di Dortmund hanno fame di rivincita dopo il ko dell'andata con i nerazzurri. Il tecnico spera di recuperare Reus: "Dobbiamo aspettare l'allenamento di rifinitura per decidere"

© Bongarts/Getty Images

DORTMUND (Germania) - Una grande prestazione contro un'Inter sempre pericolosa: Lucien Favre, tecnico del Borussia Dortmund, presenta così la sfida di domani con l'Inter al Signal Iduna Park. Novanta minuti che possono trasformarsi in un 'dentro o fuori' verso gli ottavi di Champions League per entrambe le squadre, appaiate a 4 punti. “Dobbiamo prepararci bene e fare bene sia la fase offensiva che quella difensiva – le parole di Favre - serve il giusto equilibrio. L'Inter è una squadra pericolosa ed è difficile giocare contro di loro. Servirà una grande prestazione”.

Favre prova a recuperare Reus

I gialloneri però domani potrebbero essere senza una pedina importante: "Al momento non posso dire se Reus giocherà contro l'Inter oppure no. Dobbiamo aspettare l'allenamento di rifinitura di domani”. Marco Reus è stato costretto a lasciare il campo per infortunio contro il Wolfsburg, nell’ultima gara vinta in Bundesliga, e la sua presenza è in dubbio contro l'Inter. Se non dovesse recuperare, sarà una perdita importante per il Borussia Dortmund che ha dovuto fare a meno del fantasista anche all'andata. I gialloneri, comunque, sono carichi e pronti a ribaltare il risultato di San Siro. “Vogliamo vincere contro l'Inter. Nessun dubbio", avvisa il centrocampista Julian Brandt, seduto al fianco del tecnico durante la conferenza stampa della vigilia.

Brandt: "Vogliamo andare avanti in Champions"

A Milano il Borussia ha deluso per gran parte della partita, giocando un primo tempo opaco, limitandosi a difendere e senza mai impensierire Handanovic: “Tutti sanno che l'Inter ha un piccolo vantaggio dopo il 2-0, ma noi - spiega Brandt - abbiamo tanti progetti per questa Champions League. Non dobbiamo essere ciechi, ma dobbiamo comunque entrare in campo con coraggio. E non dobbiamo nascondere la prestazione negativa di San Siro”. E a supportare il Borussia Dortmund ci sarà la bolgia dello stadio con una tifoseria epica e il muro giallo che darà una spinta in più ai giocatori: "Giochiamo in casa e siamo il Borussia”, annuncia il centrocampista tedesco, pronto a prendersi la rivincita e tre punti che possono cambiare gli equilibri in classifica nel Gruppo F.

Commenti