Real Madrid-Manchester City 1-2, De Bruyne decisivo: assist e gol vittoria

Al Bernabeu la formazione di Guardiola si impone in rimonta dopo il guizzo di Isco. Pareggia Gabriel Jesus poi segna su rigore il belga. Nel finale espulso Ramos
© Getty Images

MADRID (Spagna) - Prestazione di grande personalità del Manchester City che controlla le iniziative del Real Madrid, va in svantaggio, e poi rimonta nel finale imponendosi 2-1 al Santiago Bernabeu nell'andata degli ottavi della Champions League. Tutti nella ripresa i gol: Isco per i Blancos, poi Gabriel Jesus e De Bruyne per gli inglesi. Il City, prima di stasera, non aveva mai battuto il Real nei quattro precedenti europei, tutti in Champions League.

Real Madrid-Manchester City, la cronaca

All’ingresso in campo delle due formazioni non mancano le sorprese: Zidane schiera Vinicius e Isco a sostegno di Benzema nel tridente offensivo, Kroos e Bale restano in panchina insieme con Marcelo. Guardiola lascia fuori Aguero preferendogli Gabriel Jesus. Non sono tra i titolari dei Citizens neanche Sterling, alle prese con qualche problema fisico, e David Silva. In attacco gli uomini sono Mahrez, Jesus e Bernardo Silva. L’arbitro è il nostro Daniele Orsato. Nel primo tempo, dopo un’iniziale pressione del City, sono i Blancos ad avere un po’ più l’iniziativa. E’ però di Courtois a fare la prima parata, su conclusione potente di Gabriel Jesus al 21’. Replica Benzema di testa alla mezz’ora, ma Ederson non si fa sorprendere. Poco dopo, nel City, si fa male Laporte, sostituito da Fernandinho. Prima della pausa Ramos e Casemiro salvano sulla linea di porta, su tiro di Gabriel Jesus. Si va all’intervallo senza reti, dopo 45 minuti all’insegna dell’equilibrio, con un possesso di palla leggermente favorevole al Real Madrid (53 a 47%).

Real Madrid-Manchester City, tabellino e statistiche

Real, non basta Isco: Gabriel Jesus e De Bruyne trascinano il Manchester City
Guarda la gallery
Real, non basta Isco: Gabriel Jesus e De Bruyne trascinano il Manchester City

Gol di Isco, poi Jesus e De Bruyne

Nella ripresa il Manchester City alza il baricentro e Mahrez sale in cattedra: l’algerino prima manca il bersaglio da ottima posizione e poi, tra il 56’ e il 57’, costringe due volte Courtois alla parata difficile. E’ però il Real Madrid a trovare il gol al 60’, approfittando di una palla persa dai ragazzi di Guardiola: Modric innesca Vinicius, palla in area a Isco che trafigge Ederson in uscita. La squadra di Zidane, dopo il vantaggio, si sblocca e va vicina al raddoppio con Ramos, fermato da una provvidenziale deviazione di Fernandinho. Guardiola butta dentro Sterling per Bernardo Silva alla ricerca del pari, Zidane risponde con Bale al posto di Vinicius. Al 78’ il City pareggia: De Bruyne sfonda in area spagnola, palla morbida per Gabriel Jesus che colpisce di testa. I giocatori del Real protestano con Orsato per una presunta spinta del brasiliano su Ramos. All’83’ gli inglesi raddoppiano su calcio di rigore, concesso per atterramento di Carvajal su Sterling: De Bruyne, dal dischetto, non sbaglia. All’86’, dopo un errore in fase di inizio azione dei Blancos, Ramos atterra Gabriel Jesus lanciato a rete e viene espulso. Vince il Manchester City per 2-1. Il ritorno è in programma il 17 marzo in Inghilterra: Guardiola dovrà rinunciare a Mendy, arrivato alla squalifica dopo l’ammonizione di stasera. Nel Real Madrid non ci sarà il capitano Ramos.

Champions League, il calendario completo

Commenti