Champions League
0

Lipsia-Psg 0-3: Marquinhos, Di Maria e Bernat, Tuchel in finale Champions!

La sfida tra l'allievo Nagelsmann e il maestro è senza storia: parigini padroni del campo e del risultato dall'inizio alla fine, Bayern o derby francese col Lione

Lipsia-Psg 0-3: Marquinhos, Di Maria e Bernat, Tuchel in finale Champions!
© Getty Images

ROMA - Differenza di qualità, di mentalità, chiaramente anche di budget: nella Champions delle sorprese la prima semifinale va controcorrente, con la favorita che travolge la sorpresa come da pronostico, in una partita a senso unico che il Psg ha dominato in lungo e in largo. In finale ci va la squadra di Tuchel, che infligge una sonora lezione all'allievo Nagelsmann: Lipsia incapace di opporsi ai più quotati e dotati avversari e travolto dai gol di Marquinhos, Di Maria e Bernat.

Palo Neymar, sblocca Marquinhos, altro palo di O Ney, Di Maria!

Tuchel sceglie le geometrie di Paredes e tiene fuori Icardi, la mossa è quella giusta e fin dall'inizio è un monologo francese: la prima grande occasione è un palo di Neymar che si infila tra Upamecano e Klostermann e in diagonale supera Gulacsi, col pallone che accarezza il legno ed esce. Il pressing intenso e alto delle due squadre mette più in difficoltà il Lipsia, soprattutto Gulacsi che rischia tantissimo un minuto dopo rilanciando sul pressing di Neymar, deviazione del brasiliano e palla a Mbappé che insacca a porta vuota ma a gioco fermo, O Ney ha toccato con la mano. Psg che spinge ancora, Neymar guadagna una punizione che è un corner corto, palla dentro forte e Marquinhos vola a staccare in terzo tempo prendendo tutti di sorpresa per l'1-0 dei parigini. Non è finita, Mbappé vicinissimo al raddoppio: il francese entra in area in posizione di lievissimo fuorigioco e in diagonale si vede respingere il tiro da Gulacsi in uscita. Lipsia alle corde, si vede solo in una fiammata di Lainer conclusa da Poulsen a un soffio da Sergio Rico, è ancora Psg: Neymar su punizione al 35' coglie il secondo palo del suo match con Gulacsi sorpreso fuori dallo specchio, poi ancora Gulacsi completa la sua serata nera con un'impostazione sbagliata intercettata da Herrera, palla dentro l'area con Neymar a sfiorare e Di Maria a punire ancora prima dell'intervallo.

Dentro Schick, tris Bernat: in finale ci va il Psg, Tuchel ritrova anche Verratti

Nagelsmann butta dentro Forsberg per Nkunku e Schick per Olmo, aumentando il peso offensivo per provare una clamorosa rimonta, ma è il Psg a passare ancora al 56' al termine di un'azione confusa finalizzata da un Bernat rimasto in zona offensiva: proteste Lipsia per un fallo precedente su Mukiele, Kuipers aspetta qualche secondo e poi convalida. Oltre mezz'ora davanti ma partita ormai finita, Mbappé vicino due volte al poker, il Lipsia non riesce mai a tirare in porta, Tuchel manda in campo per il finale anche Verratti, recuperato per gli ultimi 90 minuti della stagione dei parigini: ci sarà anche lui domenica, per gli ultimi 90 minuti che separano dal sogno dalle grandi orecchie.

 

Tutte le notizie di Champions League

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti