Champions League
0

Tuchel: "Sono esausto e felice". Mbappé: "Ho scelto il Psg per vincere la Champions"

Il tecnico dei francesi alla vigilia della finale con il Bayern: "Verratti sta bene, ha preso solo una botta". L'attaccante scalpita: "Ho sempre sognato di sfidare i migliori"

Tuchel:
© EPA

LISBONA (Portogallo) -  "Siamo qui per giocare la finale e vincerla. Ovviamente è la sfida più grande della mia carriera. E' difficile descrivere le mie emozioni: sono esausto e felice. Non faremo niente di speciale, perché la partita è già speciale". Così l'allenatore del Paris Saint-Germain, Thomas Tuchel, alla vigilia della finale di Champions contro il Bayern Monaco, a Lisbona. Il tecnico tedesco dei parigini poi entra nel dettaglio di alcuni singoli: "L'infortunio subito da Marco Veratti è stato un causato da un colpo, non si tratta di una problema muscolare e questo minimizza i rischi. Lui sta abbastanza bene, è un caso simile a quello capitato a Kylian Mbappé. Se è al 100% e pronto a disputare 120 minuti? Ovviamente no, ma la domanda è se è pronto a giocare, e la risposta è sì, a meno di ricadute in allenamento. Domani mattina valuteremo se è il caso di farlo partire titolare oppure no". Sul portiere invece Tuchel spiega: "La situazione di Keylor Navas è diversa: dopo vedremo se si potrà allenare per la prima volta dall'infortunio e poi si tratterà di decidere, o sì o no. Lo capiremo dopo l'allenamento". Per il Psg è la prima finale in Champions League della sua storia: "Parlo molto con Keylor Navas, lui ha vinto questa competizione tante volte - racconta Tuchel - ne abbiamo parlato anche prima della semifinale. Anche Angel di Maria e Neymar hanno già vinto la Champions League: credo che le squadre come il Bayern Monaco, che sono abituate a giocare questo genere di gare, abbiano in finale un leggero vantaggio dato dall'abitudine a disputarle. Detto questo, non credo che debba essere un vantaggio decisivo".

Mbappé: "Neuer è tra i migliori della storia"

Vincere la Champions "è il motivo esatto per cui ho scelto questo club: l'ho sempre detto, voglio scrivere la storia del Psg e del calcio francese e domani ho un'altra opportunità di farlo". Queste le parole di Kylian Mbappé, in conferenza stampa con Tuchel, alla vigilia della finale contro il Bayern. "Da quando sono arrivato nel 2017 abbiamo avuto diverse delusioni - ha dichiarato l'attaccante del Psg - ora siamo in finale e questo dimostra che non abbiamo mai mollato: vincere con una squadra francese e per il calcio francese ci ripagherebbe di tutto. Questa è stata la mia missione sin dal primo giorno qui. Come sto dopo l'infortunio? Più i giorni passano e più mi sento meglio: giocare in semifinale è stato di grande aiuto, anche se fisicamente mi sentivo un po' arrugginito". Infine una battuta sul portiere del Bayern Monaco, Manuel Neuer: "E' uno dei portieri più forti della storia del calcio - conclude Mbappé - Io ho sempre sognato di sfidare i migliori: se vuoi giocare al massimo livello esiste solo questa strada. Domani affronteremo una squadra fortissima e dovremo avere tanta determinazione, ma anche fare la nostra partita".

[[dugout:eyJrZXkiOiJMcGhFT0FiNSIsInAiOiJjb3JyaWVyZGVsbG9zcG9ydCIsInBsIjoiIn0=]]

Tutte le notizie di Champions League

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti