Champions League
0

Champions League, Salisburgo corsaro a Tel Aviv. Il Krasnodar batte il Paok Salonicco

Nella gara d'andata degli spareggi per la qualificazione alla fase a gironi, gli austriaci vincono in rimonta contro il Maccabi per 2-1. Con lo stesso risultato i russi superano i greci, finisce 0-0 tra Slavia Praga e Midtjylland. Le partite di ritorno sono in programma il 29 e il 30 settembre

Champions League, Salisburgo corsaro a Tel Aviv. Il Krasnodar batte il Paok Salonicco
© EPA

ROMA - La Champions League conoscerà il suo calendario il primo ottobre, ma prima devono riempirsi gli ultimi sei posti rimasti a disposizione. I preliminari sono arrivati all'atto finale, gli spareggi. Le gare di qualificazione che si sono disputate fino ad ora sono state a gara unica, ma per queste ultime sfide spareggi si torna al formato in casa e in trasferta. Vittoria in trasferta per il Salisburgo, che batte 2-1 in rimonta il Maccabi Tel Aviv. Con lo stesso risultato il Krasnodar supera il Paok Salonicco, mentre finisce 0-0 la sfida tra Slavia Praga e Midtjylland. Mercoledì 23 settembre sono in programma: Gent-Dinamo Kiev, Olumpiacos, Omonia e Molde-Ferencvaros. Le partite di ritorno si giocheranno il 29 e il 30 settembre.

Salisburgo corsaro a Tel Aviv

Il Maccabi Tel Aviv passa in vantaggio al 9' con una perla di Biton: Almog serve in profondità il compagno di squadra, che controlla di petto e con un dolcissimo pallonetto di sinistro dal limite dell'area beffa il portiere per l'1-0. La reazione del Salisburgo arriva nella ripresa: Daka conquista un calcio di rigore al 4' e Szoboszlai lo trasforma nonostante il tocco dell'estremo difensore. Al 57' gli austriaci ribaltano il risultato con Okugawa, che raccoglie l'assist perfetta di Koita e sigla il definitivo 2-1.

Il Krasnodar rimonta il Paok

Al 7' minuti del primo tempo il Paok Salonicco ha la possibilità di portarsi in vantaggio su calcio di rigore, ma Pelkas si fa ipnotizzare da Safonov, che resta fermo fino all'ultimo e neutralizza il tiro dal dischetto. Il numero dieci dei greci si fa perdonare al 32', quando trasforma con l'esterno destro l'assist di Zivkovic nel gol dell'1-0. Il Krasnodar pareggia a 5' dal termine del primo tempo: Cabella conquista un calcio di rigore e Claesson lo trasforma spiazzando il portiere. Al 70' i padroni di casa ribaltano il risultato con Cabella, che raccoglie il pallonetto con cui Berg prova a saltare il portiere avversario e lo appoggia facilmente in rete per il 2-1.

Tutte le notizie di Champions League

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti