Atalanta, Gasperini: "Liverpool? Evitiamo di concedere gli spazi dell'andata"

Il tecnico orobico sulla sfida di Champions in programma ad Anfield: "Grandissimo traguardo per noi, ci sono le basi per fare una grande partita. 200 panchine in nerazzurro? In questi anni per fortuna le delusioni sono state pochissime"
Atalanta, Gasperini: "Liverpool? Evitiamo di concedere gli spazi dell'andata"© ANSA
TagsChampions LeagueatalantaLiverpool

LIVERPOOL - Per l'Atalanta un'enorme fetta della qualificazione agli ottavi di Champions League passa dalla difficilissima sfida di domani ad Anfield, la tana del Liverpool, squadra che all'andata ha distrutto i nerazzurri 5-0. Ecco le parole in conferneza stampa del tecnico bergamasco Gian Piero Gasperini: "Sarà una partita estremamente difficile, affrontiamo una formazione di estremo valore. Quello di domani è un grandissimo traguardo per noi, la qualificazione alla Champions è stata comunque un'opportunità, ma vorremmo fare una buona prestazione: ci sono le basi per disputarla". Sui possibili cambi di formazione: "Rispetto alla partita dell'andata dovremo migliorare, senza commettere gli errori che hanno portato a un divario così ampio e netto. Siamo fiduciosi di regalare chance meno evidenti rispetto alla gara di Bergamo, lavoreremo su quello. L'attacco è l'anima della squadra? Io ragiono per globalità e non per singolo reparto: quando la squadra è compatta realizza bene entrambe le fasi. Evitiamo di concedere spazi dove loro sono bravi e tecnici".

Provedel e il Var fermano l'Atalanta: lo Spezia regge
Guarda la gallery
Provedel e il Var fermano l'Atalanta: lo Spezia regge

Gasperini parla poi delle palle inattive: "A volte in passato abbiamo sfruttato bene queste situazioni, ma è un dato che varia: a volte ci sono dei periodi in cui sfrutti di meno le situazioni di palla inattiva, le cercheremo di curare meglio perché pesano molto". E ancora: "La rosa è cambiata, tanti giocatori sono andati in top club. Il nostro percorso ci ha portato a giocare la Champions due volte di fila. Il livello della competizione è diverso dall'Europa League, tutto quello che abbiamo fatto lo abbiamo fatto sul campo: non smettiamo mai di apprendere". Gasperini domani raggiungerà quota 200 panchine con la Dea: "In questi anni fortunatamente le amarezze sono state pochissime, è stato un crescendo. Spero ci sia un momento ancora più alto. Non è mai semplice ripetersi, soprattutto per un club che non ha risorse di altre squadre. Non dobbiamo sbagliare mai, perché significa retrocedere molto nel ranking. Non è semplice, ma è parecchio entusiasmante".

Champions, i migliori video

Corriere dello Sport in abbonamento

Riparte la Serie A

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Approfitta dell'offerta a soli 0.22 euro al giorno!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti