Pagelle Lazio-Bayern, i migliori e i peggiori: Patric terrorizzato

Reina alterna errori a grandi interventi, Correa è una zolletta di zucchero, per Musacchio è buio pesto, ad Immobile non basta la rabbia
Pagelle Lazio-Bayern, i migliori e i peggiori: Patric terrorizzato© Getty Images
TagsLazioBayern MonacoPagelle

Ecco le pagelle dopo il netto successo per 4-1 del Bayern in casa Lazio. La qualificazione ai quarti di Champions per la squadra allenata da Simone Inzaghi a questo punto appare quasi impossibile.

La Lazio cade con il Bayern: ironia e sfottò sui social 
Guarda la gallery
La Lazio cade con il Bayern: ironia e sfottò sui social 

Lazio-Bayern, i migliori tra i biancocelesti

Reina 6 - Quattro gol sulla schiena sono tanti, ma di colpe ne ha ben poche. Anzi, sul terzo sta per metterci una pezza (respinta su Coman) prima di essere fulminato da Sané. Sbaglia un passaggio che, col tiro di Lewandowski, rischia di trasformarsi in un altro gol del Bayern ma anche in quel caso rimedia con una paratona di piede. In altre due occasioni chiude la porta con due grandi interventi.

Lazzari 6 - Col primo attacco spettina Davies che certo non è una tartaruga. Crea un paio di pericoli con i suoi scatti e si batte fino in fondo. È uno dei pochi a salvarsi, almeno in parte.

Escalante (8' st) 6 - Salva un paio di situazioni complicate.

Correa 6 - Segna il gol del 4-1 con dribbling e tiro secco, alla sua maniera. È una zolletta di zucchero in una tinozza di fiele. Prima della sua rete giochicchia fin quando ha la palla da scaraventare dentro, invece fa il “velo” sul cross di Lulic e da lì parte il contropiede bavarese per il 3-0.

Lazio, troppo Bayern Monaco: il gol di Correa non basta
Guarda la gallery
Lazio, troppo Bayern Monaco: il gol di Correa non basta

Lazio-Bayern, i peggiori tra i biancocelesti

Patric 4 - Coman lo terrorizza al punto che lo spagnolo sulla linea di metà campo s’attorciglia intorno al pallone, glielo cede e fa partire il contropiede bavarese del 3-0 mentre arranca, cerca di afferrare l’attaccante per la maglietta e non ce la fa. Resta coinvolto anche sul 4-0: in questo caso è Sané a dribblarlo in area di rigore.

Musacchio 4 - Hanno voluto trasformare il terreno dell’Olimpico nella fontana di Trevi e l’ex milanista ci annega subito. Il passaggio indietro verso Reina arpionato e trasformato in gol da Lewandowski è sciagurato, ma il pallone rallenta perché trova solo pozzanghere sul suo tragitto. Da quel momento è buio pesto. Inzaghi lo boccia e lo toglie dopo appena mezz’ora.

Lucas Leiva 5 - Prendere in mano il gioco in una squadra smarrita è impresa impossibile. Non riesce a contenere la forza fisica e atletica del centrocampo del Bayern. Appena viene ammonito, Inzaghi lo toglie.

Immobile 5 - Rabbia ne ha tanta, ma il capitano nel duello con Lewandowski dà solo segnali negativi. La squadra non lo sostiene e lui non sostiene la squadra come e quanto vorrebbe.

Simone Inzaghi: "Sull'1-0 c'era un rigore per noi"
Guarda il video
Simone Inzaghi: "Sull'1-0 c'era un rigore per noi"

Champions, i migliori video

Corriere dello Sport in abbonamento

Insieme per passione, scegli come

Abbonati all'edizione digitale del giornale. Partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti