Champions League, l'Atletico Madrid vola agli ottavi: battuto il Porto

Gioisce il Cholo Simeone: i gol di Griezmann, Correa e De Paul e la sconfitta del Milan permettono ai Colchoneros di chiudere secondi il girone. Poker del Psg
Champions League, l'Atletico Madrid vola agli ottavi: battuto il Porto© Getty Images
TagspsgManchester Cityatletico madrid

L'Atletico Madrid centra la qualificazione agli ottavi di finale di Champions League nell'ultima giornata dei gironi: la squadra di Diego Simeone ringrazia Griezmann, Correa e De Paul e batte 3-1 il Porto all'Estadio do Dragao, aggiudicandosi la corsa al secondo posto ai danni della squadra di Sergio Conceicao e del Milan, sconfitto 2-1 dal Liverpool. I Colchoneros chiudono a sette punti, due in più dei portoghesi (che vanno in Europa League) e tre più dei rossoneri. Nel girone dell'Inter, coi nerazzurri già qualificati assieme al Real Madrid, lo Sheriff Tiraspol già sicuro del pass per l'Europa League pareggia 1-1 contro lo Shakhtar Donetsk di Roberto De Zerbi. Il gruppo A si chiude invece con la sconfitta del Manchester City fuori casa contro il Lipsia e con la vittoria del Psg in casa contro il Bruges. La squadra di Guardiola, nonostante il 2-1 subìto alla Red Bull Arena, vince il girone con 12 punti, seguita dai parigini che grazie al 4-1 sui belgi (doppiette di Mbappè e Messi) chiudono a 11. Lipsia in Europa League, ultimo posto per il Bruges. Nel gruppo C, coi verdetti scritti già alla vigilia, l'Ajax già primo nel girone vince 4-2 contro lo Sporting Lisbona aritmeticamente secondo, mentre il Borussia Dortmund batte 5-0 il Besiktas

Champions League, le classifiche dei gironi

Simeone vola agli ottavi: Atletico Madrid batte Porto 3-1

Colpo dell'Atletico Madrid, che in una gara nervosa e dall'accentuato tono agonistico batte 3-1 il Porto e si qualifica agli ottavi di finale di Champions. Tegola in apertura per i Colchoneros, che perdono Suarez per infortunio al 13': l'uruguaiano esce dal campo in lacrime e viene sostituito da Cunha. E' però la squadra di Simeone a rendersi più pericolosa nel primo tempo, con Diogo Costa che si deve superare due volte con Llorente. Al 55' è Griezmann a portare in vantaggio gli spagnoli: il francese si fa trovare pronto sul secondo palo sul calcio d'angolo di Lemar e approfitta di un buco della difesa portoghese per segnare con un facile tap-in a porta spalancata. Tensione al 66', con un violento parapiglia fra le due squadre: espulso Ferreira-Carrasco per colpo proibito ad Otavio, strascichi che continuano per diversi minuti con l'arbitro che mostra gialli su gialli ma non placa gli animi. Serve solo un altro piccolo pretesto per riaccendere la miccia, ed infatti Wendell in una contesa per un fallo laterale atterra Correa con una manata: altro rosso e perità numerica ristabilita. Con il Porto alla disperata ricerca del gol che riaprirebbe i giochi, l'Atletico riparte in contropiede e al 90' in contropiede Griezmann pesca Correa in area, con l'argentino che batte ancora Diogo Costa e mette in ghiaccio la partita. C'è però ancora tempo per il tris dei Colchoneros, con l'ex Udinese De Paul che ruba palla alla difesa e firma il 3-0. Inutile il rigore di Sergio Oliveria che accorcia per il Porto al 95': finisce 3-1. Nel girone dell'Inter, finisce invece 1-1 fra Shakhtar Donetsk e Sheriff Tiraspol, con la squadra di Roberto De Zerbi che chiude ultima nel girone: al gol di Fernando al 42' per gli ucraini risponde Nikolov al 93' per i moldavi, che chiudono terzi a sette punti e si qualificano invece per il prossimo turno di Europa League

Porto-Atletico Madrid 1-3, tabellino e statistiche

Shakhtar Donetsk-Sheriff Tiraspol, tabellino e statistiche

Lipsia, tre punti e pass per l'Europa League: City ko 2-1

Il Lipsia batte 2-1 il Manchester City e si qualifica per la prossima fase di Europa League, piazzandosi terza nel girone a quota sette punti. A condannare la squadra di Guardiola, già qualificata e certa del primato nel girone, è un gol di Szoboszlai al 24': bravo il centrocampista ungherese a finalizzare in rete da due passi un preciso passaggio filtrante di Laimer. Il City prova a rientrare e prende un palo con Foden al 40', ma subisce il secondo gol al 71' quando l'ex Milan Andre Silva beffa Steffen dal cento dell'area dopo aver controllato un assist di Forsberg. Inutile il gol di Mahrez al 76', che su rigore accorcia le distanze per i Citizens. Nel finale, espulso Walker per un brutto fallo di frustrazione sull'attaccante portoghese del Lipsia. 

Lipsia-Manchester City 2-1, tabellino e statistiche

Psg, ci pensano Messi e Mbappé: 4-1 al Bruges

Con Donnarrumma fra i pali dal 1' e con Verratti a guidare il centrocampo di Pochettino, il Psg supera facilmente 4-1 il Bruges e conferma il secondo posto nel girone: ad aprire le marcature al Parco dei Prinicipi è Mbappé, che approfitta di una respinta centrale del portiere avversario su tiro di Mendes per freddarlo nella ribatutta. Il francese raddoppia al 26', aggacciando in area un preciso assist di Di Maria e battendo nuovamente Mignolet con un destro preciso. Il tris è una perla di Messi: l'argentino termina una bella azione personale con un gran sinistro da fuori area che si infila alla sinistra dell'estremo difensore. Nel secondo tempo la squadra di Pochettino abbassa ritmo e agonismo, e il Bruges prova a rientrare in partita trovando però Donnarumma sempre attento, Al 66' però Rits trova i guizzo per beffare l'estremo difensore azzurro con un destro sul secondo palo. Dieci minuti dopo è ancora Leo Messi a chiudere il match: l'argentino subisce fallo in area e mette a segno il rigore fischiato dall'arbitro. Nel finale Icardi, appena entrato, sbaglia clamorosamente il gol del possibile 5-1. 

Psg-Bruges 4-1, tabellino e statistiche

Ajax primo e imbattuto nel girone, vince il Borussia Dortmund

Con l'Amsterdam Arena vuoto a causa delle restrizioni per il Covid attuate dal Governo olandese, l'Ajax di Ten Hag batte 4-2 lo Sporting Lisbona: apre al 9' Haller su rigore, pareggia Nuno Santos per i portoghesi al 22' su assist di Tabata. Al 42' gli olandesi trovano però il nuovo vantaggio, con Antony che approfitta di un errore in disimpegno della difesa lusitana e trafigge nuovamente Joao Virginia. Nel secondo tempo arrotondano il risultato David Neres al 58' e Berghuis al 62', inutile il gol della bandiera portoghese di Tabata. I lancieri vincono il girone, chiudendo imbattuti a 18 punti con nove lunghezze di vantaggio sui portoghesi. Il Borussia Dortmund invece, già sicuro della qualificazione in Europa League e senza alcuna possibilità di accesso al prossimo turno di Champions, batte 5-0 il Besiktas al Signal Iduna Park: al 29' è Malen a battere Destanoglu finalizzando al meglio un'azione di contropiede impostata da Bellingham. Al 43' Welinton commette fallo da ultimo uomo in area: l'arbitro lo espelle e fischia il rigore: dagli 11 metri Reus non sbaglia, è 2-0. E' ancora il trequartista tedesco a firmare il 3-0 al 55' con una bella azione personale. C'è tempo anche per la firma di Haaland, che appena entrato firma due gol, entrambi di testa, per il 5-0 finale. 

Ajax-Sporting Lisbona 4-2, tabellino e statistiche

Borussia Dortmund-Besiktas 5-0, tabellino e statistiche

Champions, i migliori video

Corriere dello Sport in Offerta!

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti