Marquinhos, veleno su Messi: "Parla di corruzione, e il Barcellona?"

Il difensore verdeoro, fresco vincitore della Coppa America, contro la Pulce: "È frustrante che un giocatore come lui, con la sua qualità, si lamenti per presunti torti subiti". Gli fa eco Thiago Silva: "A volte quando si perde si dà la colpa all'arbitro per non parlare delle proprie responsabilità"

RIO DE JANEIRO (BRASILE) - Ieri il Brasile ha battuto il Perù nella finale di Coppa America, diventando per la nona volta campione della manifestazione. A tenere banco, però, solo ancora le polemiche degli argentini sull'arbitraggio di Zambrano nella semifinale, e in particolare quelle di Lionel Messi, che ha accusato il direttore di gara ecuadoriano di aver avvantaggiato la Nazionale verdeoro. Sulla vicenda è tornato ieri, dopo il trionfo, anche l'ex difensore centrale della Roma Marquinhos: "È frustrante che un giocatore come Messi, con la sua qualità, si lamenti per presunti torti subiti. Il Barcellona e l'Argentina hanno avuto spesso episodi a favore e lui non ha mai parlato di corruzione".

Messi e Medel, è rissa: testa a testa ed espulsione per tutti e due
Guarda la gallery
Messi e Medel, è rissa: testa a testa ed espulsione per tutti e due

Gli fa eco Thiago Silva: "Messi ha perso e deve accettarlo, come abbiamo fatto noi brasiliani quando siamo stati eliminati dal Belgio al Mondiale. A volte quando si perde si dà la colpa all'arbitro per non parlare delle proprie responsabilità". Entrambi tornano poi sugli episodi dello scorso anno nell'ottavo di finale di Champions League Barcellona-Psg, terminato 6-1, definendo una "performance ridicola" quella di Deniz Aytekin e tuonando contro la Pulce per non essersi lamentato in quell'occasione per gli episodi a favore.

 

Commenti