Coppa Italia
0

Monza al 3° turno di Coppa Italia: 3-0 alla Triestina

Decidono le reti di Barillà, Mota e Machin (su rigore): prossima avversaria di Brocchi la vincente di Pordenone-Casarano

Monza al 3° turno di Coppa Italia: 3-0 alla Triestina
© LAPRESSE

MONZA - È il Monza la prima squadra qualificata al terzo turno di Coppa Italia. Sotto gli occhi del neo acquisto Kevin-Prince Boateng la squadra di Christian Brocchi regola 3-0 la Triestina grazie alle reti di Barillà, Mota e al rigrore di Machin. Per i brianzoli, ora, c'è la vincente di Pordenone-Casarano.

Boateng al Monza, ora è ufficiale!

Brocchi deve rinunciare agli squalificati Armellino e Scaglia, lasciando a riposo precauzionale Paletta e Lamanna. Coppia d'attacco tutta nuova rispetto alla gara con la Spal, quando in campo c'erano Maric e Gytkjaer: dentro D'Errico alle spalle Finotto e Dany Mota, e l'inserimento a centrocampo di Barillà e Frattesi con Carlos Augusto esterno sinistro di difesa. La Triestina di Gautieri, reduce dal ko in campionato con il Matelica, schiera l'eterno Granoche al centro dell'attacco assistito da Gomez e dall'ex golden boy Sarno, con Lodi al centro della mediana.

Gioiello di Barillà, ma Bettella va ko

Si parte al piccolo trotto, ma solo fino al 7' quando il Monza ha l'occasionissima per portarsi avanti con Dany Mota che, a pochi passi dall'area piccola, spara alto di controbalzo. Tra l'11' e il 13' ci prova due volte Finotto, senza fortuna. Il vantaggio del Monza arriva al 23': sponda di Carlos Augusto per l'accorrente Barillà che, con un meraviglioso mancino al volo, mette la palla all'incrocio dell'incolpevole Offredi, è 1-0. Tre minuti più tardi la Triestina si affaccia in avanti con il cross al centro di Gomez che supera la testa di Granoche. La palla arriva a Sarno, che dopo un paio di serpentine viene raddoppiato e chiuso dalla difesa brianzola. Al 27' scontro tra Granoche e Bettella: il fallo lo commette l'attaccante e ad avere la peggio è il difensore del Monza che esce dolorante, e in barella, per far posto a Sampirisi. Alla mezz'ora Dany Mota viene pescato da una palla lunga, ma non trova la porta. Nel giro di un minuto, tra il 39' e il 40' doppia occasione: prima Carlos Augusto manda alto di testa da zero metro, poi Lodi pesca Giorico, che non riesce ad agganciare, davanti a Di Gregorio.

Mota raddoppia, poi Machin dal dischetto

Nella ripresa il Monza tiene il pallino del gioco, e il pallone, per i primi dieci minuti. Al 12' si affaccia in avanti la Triestina, ma il colpo di testa di Granoche è troppo debole per impensierire Di Gregorio. Un minuto dopo è Frattesi a provarci di testa, ma senza inquadrare la porta. Lo stesso Frattesi ha altre due chanche al 22': prima trova la gran risposta di Offredi alla staffilata dal limite dell'area, poi non trova lo specchio calciando altissimo. Al 29' goal fantasma (non c'è la goal line technology) di Finotto, con il suo colpo di testa che colpisce il pallo e balla sulla linea - ma entra nettamente - dopo un primo miracolo di Offredi. Ma poco dopo è tutto buono: gran palla di Barillà per Dany Mota che, sul secondo palo, calcia al volo colpendo la schiena del portiere della Triestina e poi entra in rete, è il 2-0. All'80° il tiro-cross del neo entrato Anastasi esce fuori di un nulla. All'89' rigore per il Monza dopo il fallo di mano di Rapisarda: dal dischetto va Machin, che non sbaglia e sigla il 3-0.

Tutte le notizie di Coppa Italia

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti