Coppa Italia
0

Coppa Italia, la Spal sorride ai rigori: 4-2 al Bari. Salernitana-Sudtirol 3-0

La Reggina vince di misura sul Teramo. Il Frosinone esce dal torneo, eliminato dal Padova

Coppa Italia, la Spal sorride ai rigori: 4-2 al Bari. Salernitana-Sudtirol 3-0
© Bartoletti

ROMA - Secondo turno di Coppa Italia in campo nella giornata di oggi: ad aprire le ostilità, alle 14, la Reggina, che approda al turno successivo battendo il Teramo di misura. Nel prossimo turno gli amaranto affronteranno il Bologna. Approdano al turno successivo anche Cittadella, Padova, Pisa, Cremonese, Pescara, Entella, e Cosenza.

Tutto sulla Coppa Italia

Reggina-Teramo 1-0

A sbloccare il risultato al 34' del primo tempo la rete (la prima stagionale) del neo acquisto Lafferty. L'azione nasce da un cross di Mastour sul quale Di Chiara dall'altra parte conclude a rete, Valenti neutralizza la sfera e la palla, tra un tocco di Lafferty e della difesa. In precedenza il Teramo si era resto pericoloso con Ilari. Nella ripresa, al 25' è pericoloso Cionek, che ci prova per due volte sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Nel finale la Reggina torna a provarci dapprima con Rolando, poi con Bellomo, ma il risultato non cambia più. Nel prossimo turno la Reggina affronterà il Bologna. 

Cittadella-Novara 3-1

Bene il Cittadella che supera il Novara con il punteggio di tre reti a una: per i granata vanno a bersaglio Iori, Rosafio e Ogunseye, per il Novara l'unica rete è stata messa a segno da Panico. Nel prossimo turno il Cittadella affronta lo Spezia.

Cosenza-Alessandria 3-1 d.c.r

Subito Cosenza pericoloso con Tiritiello, l'Alessandria replica con Euspeti al 27' ma rischia di capitolare sulla conclusione di Sacko (bravo Crisanto). Nella ripresa i grigi ci provano con Eusepi, il Cosenza al 39' con la doppia occasione Ingrosso-Balhouli. Le porte però restano inviolate: si va ai tempi supplementari. Nel primo Cosenza pericoloso con Baez, Alessandria con Castellano. Nel secondo, Carretta sfiora la marcatura, ma la palla termina di un soffio a lato. Servono però i calci di rigore, nel quali sale in cattedra il portiere del Cosenza Falcone che neutralizza le conclusioni di Casarini e Arrighini. Nel prossimo turno il Cosenza affronta la vincente di Reggiana-Monopoli.

Cremonese-Arezzo 4-0

Poker della Cremonese sull'Arezzo. Dopo un primo tempo a reti inviolate, il punteggio si sblocca al 16', con il vantaggio grigiorosso di Ceravolo. Strizzolo firma il raddoppio, mentre in pieno recupero arriva anche la doppietta di Gaetano che fissa il risultato sul 4-0 definitivo. Nel prossimo turno, la Cremonese affronta il Cagliari.

Frosinone-Padova 1-3

Vittoria esterna del Padova che espugna il campo del Frosinone con il punteggio di 3-1. E' stato il Frosinone a passare in vantaggio per primo, con Tabanelli, servito da Ardemagni. Immediato il pari del Padova, con Della Latta, poi il sorpasso dei biancoscudati viene firmato da Soleri. Prima dell'intervallo, il tris, ancora di Della Latta. Nel prossimo turno l'avversario del Padova sarà la Fiorentina.

Pisa-Juve Stabia 2-0

Vantaggio immediato del Pisa: al 6' Birindelli crossa dentro dove Sibilli di testa porta avanti i nerazzurri. Al 19' Juve Stabia vicina al pari: Loria in uscita commette fallo su Della Pietra causando rigore, ma si riscatta immediatamente neutralizzando il tentativo di trasformazione di Scaccabarozzi. Ad inizio ripresa, raddoppio Pisa, su penalty concesso per fallo di Lazzari su Sibilli e realizzato dallo stesso Sibilli. Nel prossimo turno il Pisa affronterà l'Entella.

Pescara-S.N.Notaresco 9-8 d.c.r.

I tempi regolamentari si chiudono sull'1-1: il Pescara si porta in vantaggio al 24' della prima frazione con Riccardi, ma il Notaresco trova il pari al 33' con Banegas. Nella ripresa, il risultato resta invariato: si va ai tempi supplementari, dove però non si registrano marcature. Si va ai rigori, dove Capone, per il Pescara e Cancelli, per il Notaresco colpiscono la traversa e tutti gli altri realizzano: ad oltranza dove sbagliano ancora Omeonga (fuori, Pescara) e Blando (traversa, Notaresco). Decisiva la decima serie di rigori: segna Scognamiglio, Del Favero para il rigore a Sorrini, il Pescara approda alla fase successiva dove troverà il Parma.

Entella-Albinoleffe 2-1

Passa il turno la Virtus Entella, che supera l'Albinoleffe 2-1. I liguri sistemano la situazione già nella prima frazione di gioco, passando in vantaggio con Koutsoupias (che insacca dopo un palo di Morra) e raddoppiano al 38' con Petrovic. L'Albinoleffe riesce ad accorciare le distanze solo nel recupero della ripresa, con Gusu. L'Entella trova il Pisa nel prossimo turno.

Ascoli-Perugia 1-4

Il Perugia distrugge l'Ascoli a domicilio: Rosi, Murano e Dragomir si scatenano nel primo tempo, nella ripresa anche Lunghi partecipa alla festa biancorossa. Dopo il gol della bandiera marchigiana, finisce 4-1.

Empoli-Renate 2-1

L'Empoli passa il turno contro il Renate: i toscani vanno sopra con Merola nella prima frazione, che raddoppia a 10' dalla fine. Inutile il gol di Galuppini per i lombardi prima del fischio finale.

Vicenza-Pro Patria 3-2 dts

Dopo una lunga battaglia finita ai supplementari, il Vicenza passa ai danni della Pro Patria: sotto a causa del gol bustocco di Parker, i veneti pareggiano a fine primo tempo con Giacomelli. Nella ripresa il tabellino rimane immutato, si va ai supplementari dove i biancorossi segnano con Marotta su rigore e Vandeputte, mentre i biancobù mandano in gol il solo Latte Lath: 3-2.

Lecce-Feralpisalò 2-0

Il Lecce si sbarazza 2-0 della Feralpisalò: entrambi i gol della formazione di Eugenio Corini arrivano nel secondo tempo, quando prima Henderson e poi Dubickas bucano il portiere lombardo.

Pordenone-Casarano 3-0

Il Pordenone asfalta il Casarano in una partita senza storia: i ramarri chiudono il primo tempo sopra di due gol (Rossetti e Butic su rigore), poi Sedi arrotonda il risultato a un quarto d'ora dalla fine.

Salernitana-Sudtirol 3-0

La Salernitana passeggia sul Sudtirol: dopo un primo tempo più equilibrato, i campani dilagano con Tutino, Cicerelli e Kupisz.

Venezia-Carrarese 2-0

Dopo il rinvio di questo pomeriggio, il Venezia affronta e batte la Carrarese: a trascinare gli arancioneroverdi di Paolo Zanetti ci pensa il giovane Johnsen, autore della doppietta decisiva.

Brescia-Trapani 3-0 a tavolino

Non essendosi il Trapani presentato al Rigamonti (i siciliani versano in una delicatissima situazione societaria e anche la loro permanenza in Serie C non è scontata), il Brescia vince a tavolino e passa il turno.

Chievo-Catanzaro 1-2 dcr

Infinita la sfida tra Chievo e Catanzaro: i clivensi vanno in vantaggio con De Luca, poi al quarto d'ora della ripresa Rizzo fa 1-1. I supplementari non risolvono nulla, si va ai rigori dove all'ottavo rigore i gialloblù sbagliano e i calabresi passano il turno

Reggiana-Monopoli 3-2 dcr

Reggiana e Monopoli mettono in scena una partita entusiasmante e lunghissima: i gabbiani aprono le danze con Starita, Marchi pareggia per gli emiliani a 5' dalla fine. Montero riporta sopra i pugliesi nei supplementari, ma Marchi fissa il risultato sul 2-2. Ai rigori, Radrezza fa godere gli amaranto dopo l'errore biancoverde di Paolucci.

Spal-Bari 4-2 dcr

Il primo squillo arriva dopo due minuti, quando Sernicola si vede mandare in corner un tiro centrale. La gara non ingrana, il Bari prende le misure ai ferraresi con un'azione in velocità di De Risio e un tiro da fuori di Andreoni. La Spal si fa più un po' più pericolosa a fine primo tempo, quando Paloschi si gira in area e calcia (parato), e poi Murgia servito da Esposito manda alto sopra la traversa. Anche nel secondo tempo non si registrano occasioni per nessuna delle due formazioni. Marino si gioca un doppio cambio per cambiare volto all'attacco, inserendo Floccari e Jankovic. Il Bari butta alle ortiche una chance mostruosa, quando Celiento, ricevuto il pallone da Antonucci, davanti al portiere spallino spara una cannonata che termina abbondantemente fuori della porta. I supplementari non conducono a nessun verdetto, si fa ai rigori: Floccari manda fuori, ma subito dopo il biancorosso Candellone tira in bocca al portiere. Il baby Esposito realizza il suo tiro, mentre Minelli se lo fa parare: Tomovic è freddo e fa gioire i tifosi spallini. 

I RISULTATI (in grassetto le squadre qualificate)

Reggina-Teramo 1-0
Cittadella-Novara 3-1
Cosenza-Alessandria 3-1 dcr
Cremonese-Arezzo 4-0
Frosinone-Padova 1-3
Pisa-Juve Stabia 2-0
Pescara-S.N.Notaresco 9-8 dcr
Entella-Albinoleffe 2-1
Venezia-Carrarese 2-0
Ascoli-Perugia 1-4
Empoli-Renate 2-1
Vicenza-Pro Patria 3-2 dts
Chievo-Catanzaro 1-2 dcr
Lecce-Feralpisalò 2-0
Pordenone-Casarano 3-0
Reggiana-Monopoli 3-2 dcr
Salernitana-Südtirol 3-0
Brescia-Trapani 3-0 a tavolino
Spal-Bari 4-2 dcr

Tutte le notizie di Coppa Italia

Per approfondire

Caricamento...

Potrebbero interessarti