Euro 2016

Vedi Tutte
Euro 2016

Euro 2016, Russia-Slovacchia 1-2: Hamsik show, gol e assist

Euro 2016, Russia-Slovacchia 1-2: Hamsik show, gol e assist
© Getty Images

Il centrocampista del Napoli assoluto protagonista del match che rimette in corsa la sua nazionale per il passaggio del turno

Sullo stesso argomento

 

mercoledì 15 giugno 2016 14:55

LILLA - Trascinata da un Hamsik straripante, la Slovacchia trova la prima vittoria di sempre in un Europeo e si rimette in corsa per il passaggio del turno affondando la Russia, ora ad un passo dall'eliminazione. Il centrocampista del Napoli, primo giocatore azzurro di sempre a segnare in un Europeo, prima firma l'assist per il vantaggio di Weiss e poi trova il raddoppio prima dell'intervallo costringendo i russi a una rincorsa disperata nella ripresa conclusa a metà, con il solo gol di Glushakov che non basta ad evitare il ko.

SMOLOV SBAGLIA, WEISS NO. CAPOLAVORO HAMSIK - Si gioca 'indoor', con il tetto chiuso per evitare il diluvio sul campo: era già successo ad Amsterdam a Euro 2000 e a Varsavia quattro anni fa. Meglio la Slovacchia nell'approccio iniziale: il primo squillo è di Hamsik, che al 10' scarica di potenza il sinistro di poco sopra la traversa di Akinfeev. La Russia si sveglia dal torpore e si fa pericolosa con un colpo di testa di Dzyuba al 23', per poi costruire l'azione migliore al 28' sull'asse Dzyuba-Smolov che di destro accarezza il palo della porta di Kozacik.

La Slovacchia sembra faticare, ma è Hamsik a fare la differenza: il capitano del Napoli scala davanti alla difesa a prendere il pallone e inventa un lancio fantastico per Weiss che entra in area, finta il tiro mandando fuori tempo i due ingenui difensori russi e poi chiude l'azione con un piatto potente sottomisura. Al 32' la Slovacchia è avanti ma a 'Marekiaro' non basta, non contento passa dall'assist al gol a pochi secondi dall'intervallo: riceve un corner corto al vertice dell'area, finta sul sinistro e missile di destro imparabile per Akinfeev che tocca il palo interno e si accascia in rete.

 

 

GLUSHAKOV NON BASTA, RUSSIA QUASI FUORI - La Russia, stordita dal doppio svantaggio, torna in campo con Glushakov e Mamaev al posto della coppia centrale Golodin-Neustaedter ma senza la necessaria grinta e per poco Mak, al 55' in contropiede, non piazza il colpo del definitivo ko. L'unica palla buona arriva a Smolov a mezz'ora dal termine dopo una serie di rimpalli in area slovacca ma Durica in area piccola si immola in scivolata e respinge le speranze russe.

Doppio cambio anche nella Slovacchia, Nemec per Duda e Svento per Weiss, mentre l'ultima carta russa è Shirokov che rileva un impalpabile Kokorin. Sembra una partita chiusa ma la Russia, come già con l'Inghilterra, nel finale moltiplica le energie e la pressione trovando il gol della speranza con Glushakov a dieci dal termine e sfiorando il clamoroso 2-2 nei minuti finali ancora con Glushakov e Dzyuba. La Slovacchia trema, ma riesce a respingere l'assalto disperato degli avversari e sulle ali di Hamsik ora sogna gli ottavi.   

RUSSIA-SLOVACCHIA 1-2: TABELLINO E STATISTICHE

Articoli correlati

Commenti