Calciomercato

Vedi Tutte
Calciomercato

Espanyol, spunta l’idea Radamel Falcao

Espanyol, spunta l’idea Radamel Falcao
© EPA

La società catalana, guidata dal nuovo presidente Chen Yansheng, pare intenzionata a scommettere forte sul bomber colombiano, reduce da due stagioni opache in Premier League, seguite al terribile infortunio al ginocchio

Sullo stesso argomento

 Andrea De Pauli

venerdì 24 giugno 2016 13:47

BARCELLONA (SPAGNA) - Radmel Falcao come frontman del nuovo Espanyol targato Cina. È l’idea del nuovo presidente Chen Yansheng, che ha deciso di investire forte parte delle entrate garantite dalla Rastar, la sua impresa di giocattoli, per rilanciare le sorti della seconda squadra di Barcellona. Cancellata una significativa porzione del debito con il fisco iberico e pagato per intero il nuovo stadio del Cornellà-El Prat, impianto certificato dalla Uefa con 4 stelle, l’Enrico Preziosi d’Oriente, ora, è determinato a riportare con continuità nelle parti alte della classifica liguera il club biancoblù, attraverso una campagna di rafforzamento che dovrebbe partire proprio dall’arruolamento del Tigre colombiano.

LA SCOMMESSA - Un’operazione in cui si intrecciano a doppio filo progetto sportivo e ritorno d’immagine per l’imprenditore cinese, che dopo aver investito la bellezza di 180 milioni nel suo nuovo giocattolo, mira ad attirare la maggior attenzione possibile sull’Espanyol, con il dichiarato obiettivo di avere un ritorno, soprattutto in patria, a livello di merchandising. Di qui l’intuizione di puntare sul rilancio di Radamel Falcao, che prima del terribile infortunio al ginocchio sinistro sofferto il 22 gennaio del 2014 in una gara di Coppa di Francia tra Monaco e Monts, era ritenuto uno dei più forti centravanti del pianeta. Una vera e propria scommessa, in considerazione delle impalpabili annate in prestito al Manchester United e al Chelsea seguite alla lesione, ma la fama del bomber di Santa Marta rimane intatta a Oriente, come la convinzione di poterlo riportare ai massimi livelli in un contesto che, già in passato, ha dimostrato di essere ideale per risollevare la carriera di giocatori per certi versi dati per smarriti, come accaduto ad esempio con Osvaldo, che nel suo biennio catalano tornò a segnare con disarmante puntualità, guadagnandosi la chiamata della Roma.

SI TRATTA - L’arruolamento di Radamel Falcao avrebbe già ricevuto l’ok da parte di Quique Sanchez Flores, che dopo aver vissuto una positiva stagione alla guida del Watford della famiglia Pozzo, conclusa con una tranquilla salvezza, dallo scorso 9 giugno è diventato il nuovo allenatore dell’Espanyol. Ora si tratta con il Monaco, a cui è legato l’ex superbomber di River Plate, Porto e Atletico Madrid fino al 30 giugno del 2018. Il club barcellonese sembra disposto a sobbarcarsi l’alto stipendio del giocatore, ma spera di limitare al massimo le cifre del prestito oneroso. A quanto pare, il possibile arrivo dell’attaccante cafetero dovrebbe far tramontare un volta per tutte l’ipotesi Alvaro Negredo, che negli ultimi giorni era dato a un passo dall’Espanyol.

@andydepauli

¡Qué Viva España!

Articoli correlati

Commenti